Conte: “Inter, una cosa fondamentale. Mancato equilibrio, cambi…”

Articolo di
26 Settembre 2020, 23:52
Conte Inter TV Conte Inter TV
Condividi questo articolo

Conte si è presentato nella postazione di Inter TV per commentare Inter-Fiorentina. Ecco la valutazione del tecnico sull’esordio stagionale dei nerazzurri, avvenuto questa sera al Meazza nell’anticipo della seconda giornata di Serie A.

IL COMMENTO DEL TECNICOAntonio Conte dà un giudizio su Inter-Fiorentina a Inter TV: «Abbiamo affrontato un buonissimo avversario, che ha preparato una partita difensiva. Dal punto di vista offensivo siamo stati bravi, perché abbiamo avuto trame di gioco interessanti. Abbiamo portato tanti giocatori ad attaccare, forse fin troppi perché abbiamo perso l’equilibrio tra fase difensiva e offensiva. Questo ha permesso alla Fiorentina di ripartire e farci il secondo e terzo gol. Su questo possiamo migliorare, ma ai ragazzi va dato merito perché hanno dimostrato la voglia e il cuore di cercare la vittoria fino all’ultimo. Non era semplice, contro un ottimo avversario».

ECCO I CAMBI! – Conte parla della profondità di rosa: «Sarà fondamentale. Rispetto all’anno scorso numericamente, soprattutto a centrocampo, oggi li abbiamo tutti. Mi riferisco a Stefano Sensi, Nicolò Barella e Roberto Gagliardini che sono stati fuori a lungo. Oggi a livello numerico siamo messi meglio rispetto all’anno scorso, secondo me anche a livello qualitativo. Al tempo stesso in mezzo al campo, oltre alla quantità, bisogna avere la qualità. Ne abbiamo bisogno soprattutto col trequartista, servono centrocampisti che fanno qualità e quantità. Bisogna fare più attenzione da questo punto di vista: quando si attacca bisogna essere pessimisti e prepararci alle ripartenze. Spesso e volentieri siamo andati con troppi giocatori, questo ha creato un disequilibrio che abbiamo pagato».

CICLO DI FUOCO – Conte parla del calendario compresso: «Nell’ultimo periodo abbiamo dovuto sperimentare tantissime cose. Non dimentichiamo che abbiamo ripreso dopo il lockdown trovando giocatori fermi due mesi e mezzo: abbiamo già dovuto sperimentare una preparazione diversa per giocare la fine del campionato. Abbiamo avuto la bella appendice dell’Europa League, arrivando fino alla fine, e abbiamo dovuto sperimentare altre cose. I nazionali hanno fatto una sola settimana di vacanza, gli altri due. Abbiamo avuto solo tre settimane per prepararci per il campionato, che sarà difficile e faticoso perché si giocherà ogni tre-quattro giorni. Per questo c’è bisogno di disponibilità da parte dei calciatori e una rosa attrezzata a giocare ogni tre-quattro giorni. Cambia questo».

LA SVOLTA – Conte chiude soffermandosi sul cambio di ritmo nel finale: «Sinceramente la svolta caratteriale è perché siamo passati dal 2-3 al 4-3. Non penso che chi ha giocato prima non ha fatto bene. Dobbiamo migliorare di certo l’equilibrio dalla fase offensiva a quella difensiva, non siamo stati bravi da questo punto di vista. Sono stato molto chiaro con i ragazzi: si gioca ogni tre giorni, si può giocare o meno ma bisogna fare comunque la differenza. Ci sarà un coinvolgimento totale, quello che ho chiesto ai ragazzi è di essere a disposizione per l’unica cosa che ci interessa, il bene dell’Inter. I ragazzi oggi l’hanno dimostrato e sono molto contento».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE