Interviste

Conte: “Eriksen? Non può essere problema! Handanovic? Fiducia in Padelli”

Conte ha parlato ai microfoni di “Sky Sport” al termine di Ludogorets-Inter, andata dei sedicesimi di finale di Europa League finita 0-2 per i nerazzurri. Di seguito le sue dichiarazioni

RISPOSTE Antonio Conte parla ai microfoni di “Sky Sport” al termine di LudogoretsInter: «Diciamo che il primo tempo i ritmi sono stati bassissimi, ci siamo adeguati alla situazione. Invece il secondo tempo abbiamo cambiato intensità, ritmo e pressione. Il giro palla è stato veloce, siamo riusciti a fare gol e a creare diverse situazioni in cui potevamo segnare. Stiamo provando delle soluzioni a partita in corso per avere delle situazioni alternative, quindi stiamo vedendo di volta in volta quale potrebbe essere la migliore per alternare le partite e fare qualche cambiamento. Fermo restando che c’è una costante e sono le due punte».

GOL E FIDUCIA – Conte analizza la prestazione di Christian Eriksen: «Lui deve lavorare, penso che possa fare molto meglio di quanto che si è visto oggi. Sono contento per lui perché il gol dà fiducia. Deve alzare i ritmi, intensità di gioco che sono diversi da quelli che aveva nel Tottenham. Non ha trovato ancora la giusta condizione fisica secondo me. Noi siamo tranquilli, non abbiamo ansia. Abbiamo pazienza, sappiamo di aver preso un giocatore che può alzare la qualità sia dall’inizio che a partita in corso. Eriksen non può diventare un problema. Siamo tranquilli e sereni e senza ansia lo portiamo in condizione. Qualcun altro pensa a qualcosa di diverso, io penso al bene dell’Inter. Può fare meglio sicuramente come tutta la squadra».

RECUPERO – Per finire Conte parla della competizione europea e della situazione di Samir Handanovic: «La strada nostra in Europa League sarà questa, cioè quella delle rotazioni e quella di utilizzare questa competizione per dare spazio a chi ha giocato un po’ di meno. Dobbiamo cercare di andare il più avanti possibile cercando di continuare su questa linea, perché giocare giovedì e rigiocare domenica è difficile dal punto di vista mentale. La risposta c’è stata, il primo tempo siamo stati lenti e poco intensi. Nel secondo tempo abbiamo cambiato i giri e il risultato. Handanovic? Stiamo controllando la situazione di giorno in giorno. Faremo le valutazioni, abbiamo fiducia in Daniele Padelli e nel momento in cui Handanovic sarà pronto prenderà il suo posto, altrimenti fiducia in Daniele e continuiamo su questa strada».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.