Interviste

Conte: “Episodio fine primo tempo ha innervosito l’Inter! Pressione diversa”

Conte ha parlato a Inter TV dopo Roma-Inter, e non ha potuto fare a meno di evidenziare l’arbitraggio imbarazzante di Di Bello, che ha falsato la partita con il gol dell’1-1 convalidato nonostante il VAR. Questo il commento del tecnico.

PAROLA ALL’ALLENATOREAntonio Conte valuta Roma-Inter su Inter TV: «Questa partita aveva un’indice di difficoltà molto alto, molto elevato. Per di più veniva anche nel mezzo di una serie di partite giocate alle 21.45, contro squadre che avevano riposato molto di più. La Roma aveva un giorno di riposo, noi venivamo dalla trasferta di Ferrara. Non è che sono attenuanti, però in un periodo come questo sicuramente adesso la fatica inizia a farsi sentire. A questi ragazzi posso dire solo grazie, iniziano a giocare anche partite con una pressione diversa rispetto al passato. È inevitabile che hai bisogno di abituarti a questo tipo di partite e di convivere con questo tipo di pressione e fare per forza risultato».

VA BENE COMUNQUE – Conte apprezza i risultati ottenuti: «Con quattro giornate d’anticipo a livello aritmetico Champions League, però tante volte mi sorprende vedere come viene attaccata l’Inter. Magari tante altre stanno lì dietro e nessuno dice niente. L’avevamo preparata così, cercando di avere superiorità numerica a centrocampo. Uno tra Nicolò Barella, Roberto Gagliardini e Marcelo Brozovic, soprattutto durante la pressione loro, doveva trovare il centrocampista libero. Saremmo dovuti essere più bravi a verticalizzare, anche l’attacco delle punte doveva essere migliore. Bisogna farlo col movimento giusto, aprendoti e non finendo in fuorigioco come Lautaro Martinez. A volte i dettagli spostano il risultato».

RISULTATI POSITIVI – Conte prosegue la sua analisi: «Io penso che, al di là di tutto, il tifoso interista dev’essere orgoglioso di questa squadra. Io penso che i numeri che stiamo facendo sono importanti: solo quattro sconfitte, come la Juventus capolista; la migliore difesa e il secondo miglior attacco. Ripeto: distacchi con squadre attrezzate per fare qualcosa di importante. Quando parli di +14 sulla Roma e distacchi importanti su Napoli e Milan non è una cosa normale: queste erano squadre attrezzate per lottare per la top-4. Detto questo noi stiamo cercando di combattere e di fare qualcosa di importante. Ripeto: Roma non si costruisce in un giorno. Bisognerà avere pazienza, capire che ci vorrà un po’ di tempo e mettere delle basi solide. Mi auguro che tutti capiscano questo».

PERCORSO DI CRESCITA – Conte, dopo Roma-Inter, parla anche dell’arbitraggio: «Rimangono quattro partite, è giusto che le affrontiamo al massimo sempre. Comunque l’ambizione è giocare ogni partita per vincere, che sia campionato o amichevole la mentalità dev’essere provare a vincere. È evidente che ci siano anche gli avversari: qualche episodio un po’ particolare, però penso che alla fine sia stata una partita equilibrata. Dobbiamo abituarci a giocare queste partite con questo tipo di pressione, abituarci a gestire gli episodi. Sicuramente l’episodio di fine primo tempo ci ha innervositi, nello spogliatoio li ho visti abbastanza nervosi e così siamo rientrati. Dobbiamo imparare in tutto, anche a gestire decisioni un po’ così. Ragazzi eccezionali, non posso che dire grazie per quello che stanno facendo e per la fatica che stanno facendo giocando ogni tre giorni. Dispiace aver giocato dopo un tour de force, mentre altri hanno avuto un calendario agevole».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button