Conte: “Contento della prestazione, ci è mancata un po’ di fortuna”

Articolo di
4 Ottobre 2020, 17:57
Conte-Sky
Condividi questo articolo

Antonio Conte ha parlato ai microfoni di “Sky Sport 24” dopo il pareggio ottenuto dall’Inter sul campo della Lazio nella sfida giocata questo pomeriggio allo Stadio Olimpico

IL PAREGGIO – Conte si rammarica per il gol del pareggio preso nel momento migliore dell’Inter: «Nel momento migliore nostro abbiamo subito gol su una palla tipica della Lazio col cross e l’attacco sulla palla di Milinkovic-Savic che è difficile da marcare quando va in terzo tempo. Abbiamo subito per qualche minuto l’1-1, poi abbiamo ripreso a giocare a calcio. Potevamo essere più fortunati. Sono contento della prestazione dei calciatori, sono venuti a Roma contro la Lazio che l’anno scorso ci aveva fatto soffrire giocando un calcio con personalità. Dobbiamo continuare a lavorare e cercare di essere più fortunati la prossima volta».

LE ROTAZIONI IN ATTACCO – Conte parla delle rotazioni in attacco: «Capiterà spesso con le rotazioni. Sanchez può giocare sia con Lautaro che con Lukaku, ci alleniamo per questo. Lukaku e Lautaro sono più realizzatori, Alexis è più assist man, però è un attaccante e gli chiedo di fare gol».

IL RUOLO DI PERISIC – Conte parla di Perisic, tornato titolare dopo la panchina contro il Benevento: «La mia idea è rendere tutti protagonisti. Perisic è tornato con grande voglia e disponibilità. È un calciatore che ha fatto l’assist sul nostro gol, è molto bravo nell’uno contro uno esta lavorando sulla fase difensiva come Hakimi. Abbiamo Young che dopo sei mesi di lavoro è un altro giocatore di grande affidabilità. Noi vogliamo proporre un calcio propositivo. Ivan sta facendo molto bene, il fatto che lo abbia giocato titolare è perché faccio ruotare tutti. Ho grandissima fiducia in Ivan e in tutti i calciatori della mia rosa».

IL MERCATO – Conte non parla di mercato: «Di mercato non parlo, ci sono dei dirigenti. Io dico il mio pensiero, poi c’è una proprietà, ci sono i dirigenti e sanno cosa si può fare e cosa non si può fare. Dovete chiedere a chi di dovere».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE