Interviste

Andreazzoli: «Inter? No rivalsa! Pinamonti? Vorrà mettersi in evidenza»

Andreazzoli presenta Empoli-Inter, sfida in programma domani alle ore 20.45 allo stadio “Castellani” e valida per la decima giornata di Serie A (QUI le ultime). Di seguito le dichiarazioni del tecnico nella consueta conferenza stampa della vigilia 

AVVERSARIO DI LIVELLO Aurelio Andreazzoli parla così in conferenza stampa alla vigilia di Empoli-Inter: «Come si ferma una squadra come l’Inter? Di questo siamo coscienti, giochiamo contro i Campioni d’Italia. Ho qualche statistica che raccogliamo sempre: risulta il miglior attacco del campionato, ha una media gol altissima, è prima per gol su azioni, terza per gol su palle inattive, è prima per tiri in porta e occasioni da gol. Se poi leggi i nomi della panchina ti rendi conto di cosa stiamo parlando, però è chiaro che noi non è che partiamo battuti, dobbiamo meritarcela la possibilità di fare risultato. Conosciamo bene la squadra, i nostri limiti e i nostri pregi e cercheremo di metterli in campo. Anche se sappiamo che magari non basteranno. Mi auguro di esprimere il meglio, dopodiché il risultato è l’ultima cosa che mi preoccupa. Ho sempre perso contro Simone Inzaghi, quindi non si può che migliorare la situazione».

SCELTE – Andreazzoli non si sbilancia sulla formazione che metterà in campo contro l’Inter: «Turnover? Non voglio dare anticipazioni non per pretattica, ma perché fino a quando non le dico ai ragazzi non voglio che siano svelate. Domenica scorsa ne ho cambiati cinque, insomma ci siamo resi conto che abbiamo un gruppo di ragazzi dove uno può sostituire l’altro e questo non lo consideriamo un limite ma un vantaggio. E chi sarà chiamato in causa darà il massimo, come è sempre successo. Abbiamo un gruppo che risponde molto bene a queste stimolazioni».

TATTICA – Andreazzoli spiega cosa farà la sua squadra e parla di Andrea Pinamonti: «Io credo che per scelta nessuno si metta ad aspettare o subire un avversario, non penso sia piacevole per nessuno. Quindi cercheremo di sviluppare quello che sappiamo fare meglio, così come farà l’Inter. Poi parlerà il campo, come in tutte le gare, al di là della forza o del nome che hai di fronte. Gara speciale per Pinamonti? A vedere le ultime gare non credo abbia bisogno di stimoli particolari per far vedere come vuole comportarsi in campo perché si è comportato benissimo. Non penso abbia bisogno di uno stimolo particolare, certo giocare contro i tuoi ex compagni è una soddisfazione e quindi vorrà mettersi in evidenza per aiutare la squadra».

NESSUNA RIVALSA – Andreazzoli torna anche a quel famoso Inter-Empoli che mandò i nerazzurri in Champions League e i toscani in Serie B: «Senso di rivalsa per come è andata Inter-Empoli? Nessun tipo di rivalsa, cioè per me è una situazione cancellata. Mi dà un po’ di dolore quando ho occasione di rivederla, come fai a dimenticarla, è stata una notte dolorosa per tutti però rivalsa no. Non è che mi hanno fatto un danno volontariamente o si sono comportati male, mi piacerebbe vincere ecco però solo per questo. Come sta Di Francesco? E’ una situazione lievissima però preferiamo non averlo a disposizione nemmeno in questa gara per poi disporne nella prossima. Bajrami gioca domani e così lo sa anche lui, che per ora non lo sa».

LA RABBIA DEI CAMPIONI – Per finire, Andreazzoli vede un’Inter sempre arrabbiata: «Inter arrabbiata dopo il finale con la Juventus? Sul fatto di essere arrabbiati, loro lo sono sempre. I calciatori di livello lo sono sempre, hanno sempre la testa rivolta alla vittoria, al di là di quello che hanno fatto prima. E’ questo che fa la differenza e quindi quando li affronti lo fai al massimo delle tue potenzialità. Non ti concedono nulla. Inter favorita per lo scudetto? Il campionato è iniziato da nove gare, c’è tempo. Sai se c’è una sola squadra davanti puoi sperare che vada male, quindi è più facile recuperare. Se ce ne sono di più, poi bisogna fare i numeri in modo diverso. Ma c’è talmente tanto tempo a disposizione che può succedere di tutto».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button