Inter-Torino tra campo e mercato: Belotti stuzzica Conte come vice Lukaku

Articolo di
13 Luglio 2020, 08:23
Andrea Belotti Roma-Torino
Condividi questo articolo

Inter-Torino è una partita fondamentale per calmare le acque in casa nerazzurra. Se la squadra di Antonio Conte dovesse vincere, raggiungere (e scavalcherebbe, in virtù degli scontri diretti) la Lazio al secondo posto. Sul prato di San Siro ci sarà anche Andrea Belotti, che intriga parecchio Giuseppe Marotta

OCCASIONE, NONOSTANTE TUTTO – È difficile non pensare a Inter-Torino come un match spartiacque. Se perde o non fa risultato, Antonio Conte rischia la crisi di nervi e le scelte avventate sarebbero dietro l’angolo (QUI i dettagli). Se vince, il tecnico potrebbe quasi abbozzare un sorriso. Già, perché la squadra nerazzurra scavalcherebbe l’Atalanta (a quota 67) e raggiungerebbe al secondo posto una Lazio in caduta libera (a quota 68 punti). Ma l’Inter, a quel punto, sarebbe seconda in virtù degli scontri diretti. Non male per una formazione data in rovina, preda delle sue contraddizioni interne e ad un passo dal baratro (ne parliamo QUI). Di fronte, però, c’è una formazione molto scomoda: il Torino di Andrea Belotti, che Antonio Conte vorrebbe convincere a vestirsi di nerazzurro. Inter-Torino si gioca tra campo e mercato, come accade praticamente sempre in questo periodo.

PROFILO INTERESSANTE – Belotti gode del gradimento di Antonio Conte per diversi motivi. È italiano, è un ragazzo molto umile e sa mettersi a disposizione dei compagni di squadra in ogni momento della partita. In più, nonostante non abbia mai eguagliato i 26 gol (e 4 assist) della stagione 2016/17, è uno che sa buttarla dentro in vari modi. Il tecnico nerazzurro sarebbe molto contento di avere a disposizione un calciatore del genere: avrebbe molto materiale su cui lavorare. Forse anche più di profili già navigati come Edin Dzeko o Mario Mandzukic, anche loro in lizza come vice di Romelu Lukaku. Inter-Torino sarà l’occasione giusta per vedere il ‘Gallo’ dal vivo, a pochi passi dal tecnico salentino.

OSTACOLI – Di contro, non mancano i punti interrogativi. In primis sulla trattativa: Belotti è il leader di un Torino che fa molta difficoltà ad esprimere il suo vero potenziale. Urbano Cairo ha più volte dimostrato di volerlo trattenere a lungo in granata, sparando valutazioni fuori mercato e rifiutando offerte dal valore anche molto interessante. Ai tempi, il presidente del ‘Toro’ lo valutava anche 100 milioni, cifre che adesso diventa difficile pretendere. Tuttavia, per meno di 30/40 milioni difficilmente Cairo si siederà al tavolo delle trattative. L’Inter potrebbe far forza sulla volontà del calciatore di provare una nuova esperienza. Questa potrebbe essere una leva chiave per la buona riuscita dell’affare. Le motivazioni del ‘Gallo’, accompagnate da un’offerta congrua che soddisfi Cairo, potrebbero essere le due variabili chiave per il trasferimento. Inter-Torino farà da sponda per eventuali contatti e sondaggi? Staremo a vedere.

 


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE