Inter-Shakhtar Donetsk, Conte “conserva” Eriksen e Moses: il probabile 11

Articolo di
15 Agosto 2020, 14:33
Antonio Conte SPAL-Inter Antonio Conte SPAL-Inter
Condividi questo articolo

Inter-Shakhtar Donetsk è il grande appuntamento di lunedì sera, valido per un posto in finale di Europa League. Conte pensa di confermare l’undici che superato ottavi e quarti, con Eriksen e Moses armi dalla panchina

STRATEGIAInter-Shakhtar Donetsk si gioca lunedì sera, con l’obiettivo di raggiungere una tra Manchester United e Siviglia nella finale di venerdì 21. Antonio Conte, privo dell’infortunato Alexis Sanchez, valuta la strategia per eliminare gli ucraini e inevitabilmente ragiona sugli uomini offensivi di riserva. Christian Eriksen, che ha ben figurato in entrambe le precedenti partite subentrando dalla panchina, può essere impiegato anche in posizione più avanzata in un 3-5-1-1 all’occorrenza. Discorso simile per Victor Moses, che con i suoi guizzi di fronte ad avversari stanchi nei finali di gara può rendersi sempre pericoloso. Ecco perché entrambi dovrebbero partire nuovamente dalla panchina, per pura scelta strategica.

LA FORMAZIONE – Di conseguenza, l’undici di Conte per Inter-Shakhtar Donetsk si avvia ad essere lo stesso visto contro Getafe e Bayer Leverkusen. Davanti al capitano Samir Handanovic ecco Diego Godin, Stefan de Vrij e Alessandro Bastoni. Sulle fasce ancora Danilo D’Ambrosio e Ashley Young, in mezzo Nicolò Barella, Marcelo Brozovic e Roberto Gagliardini. Davanti non si toccano Lautaro Martinez e Romelu Lukaku.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE