Inter senza regista ma anche senza centimetri: Conte deve scegliere

Articolo di
28 Giugno 2020, 18:03
Conte Brozovic
Condividi questo articolo

L’Inter arriva a Parma con qualche problema di troppo. In difesa la squalifica di Skriniar scombina tutti i piani, a centrocampo ci pensa il forfait di Brozovic. Conte deve scegliere che assetto dare alla sua squadra, che ha il 3-4-1-2 come modulo di riferimento

REGISTA MANCANTE – L’assenza di Marcelo Brozovic crea il solito problema in casa nerazzurra. Chi gioca davanti alla difesa? Senza il croato la prima scelta di Antonio Conte premia il rientrante Nicolò Barella, che è prima scelta anche nel ruolo di incontrista giocando alla destra del numero 77. Per non rinunciare al pressing di Barella, la seconda opzione vede Borja Valero basso, soluzione già vista ma apprezzata soprattutto nei finali di partita per motivi di intensità e ritmo. La coppia Barella-Borja Valero, però, fisicamente non convince del tutto Conte, che sulla trequarti a causa dell’infortunio di Stefano Sensi ha il solo Christian Eriksen da esaltare.

TRE OPZIONI – Senza neppure Matias Vecino, solo Roberto Gagliardini può garantire centimetri sulla linea mediana. Dopo le critiche ricevute in seguito all’erroraccio sotto porta in Inter-Sassuolo, Gagliardini ha subito l’occasione di reagire. Da incontrista. Anche perché l’alternativa è il classe 2002 Lucien Agoumé (ottimo mercoledì nella mezz’oretta finale), opzione estrema. Stasera sulla panchina siederà il vice Cristian Stellini, ma Conte deve ugualmente decidere su che coppia puntare in mediana. Barella-Borja Valero, Barella-Gagliardini o Gagliardini-Borja Valero. Anche se la decisione sembra già essere presa (vedi probabile formazione).


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE