Match

Inter-Real Madrid, Ancelotti conferma Modric in formazione. Fascia scoperta

Inter-Real Madrid si giocherà domani alle 21. I blancos sono già a Milano e alle 19 faranno la rifinitura al Meazza. Pochi dubbi per Ancelotti, che ha recuperato già da qualche giorno Modric.

CONFERMA IN MEZZO – Per Inter-Real Madrid si attende fra poco (alle 18.05) la conferenza di Carlo Ancelotti, ma salvo ribaltoni la formazione dei blancos è già fatta. Luka Modric è tornato da un infortunio domenica, nella vittoria per 5-2 contro il Celta Vigo (vedi highlights), e sarà confermato al centro assieme a Federico Valverde e Casemiro, visto che Toni Kroos non è disponibile. Un recupero, quello del croato, fondamentale per il centrocampo del club spagnolo: non era scontato fino anche solo a un paio di settimane fa. In attacco nessun dubbio su Karim Benzema, che un paio di giorni fa ha realizzato una tripletta, a supportarlo ci saranno Vinicius Junior ed Eden Hazard favoriti sulle altre soluzioni.

SOLO UN CAMBIO – Il Real Madrid è atterrato in tarda mattinata a Milano e il suo avvicinamento alla partita con l’Inter prosegue con la rifinitura al Meazza. L’unica modifica rispetto al Celta Vigo è in difesa, dove David Alaba ha superato i problemi fisici e sostituirà Nacho Fernandez accanto a Éder Militao. Sulle fasce la certezza è Dani Carvajal, la novità è a sinistra Miguel Gutiérrez. Questo perché mancano sia Marcelo sia Ferland Mendy. Il classe 2001 del Castilla (squadra B), ha giocato le ultime due di Liga da titolare, col Celta Vigo ha anche fornito un assist. Per lui, che sfidò l’Inter (Primavera) in UEFA Youth League il 19 agosto 2020, sarà l’esordio assoluto in Champions League. In porta nessun dubbio su Thibaut Courtois. Questa la probabile formazione di Ancelotti per Inter-Real Madrid: Courtois; Carvajal, Éder Militao, Alaba, Miguel Gutiérrez; Valverde, Casemiro, Modric; E. Hazard, Benzema, Vinicius Junior.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button