Match

L’Inter non butterà più fuori la palla con avversari a terra: l’annuncio doveroso

L’Inter cambia rotta, finalmente, dopo quanto successo sabato scorso all’Olimpico. Inzaghi, in conferenza stampa, annuncia come non si butterà più fuori il pallone con un avversario a terra. E ha ragione.

LEZIONE IMPARATA – In caso di giocatore fermo a terra solo l’arbitro può decidere se fermare il gioco, e può farlo esclusivamente per un colpo alla testa o per un problema in una posizione pericolosa del campo. Questa è la regola, che in Lazio-Inter purtroppo si è pensato di bypassare chiedendo di buttare fuori il pallone in occasione del gol di Felipe Anderson. Dopo un confronto, Simone Inzaghi annuncia: «Coi ragazzi abbiamo parlato tanto dopo quella sconfitta. Erano rimasti delusi e amareggiati per l’episodio che ci ha visto coinvolti sul 2-1. Da quel confronto che abbiamo avuto tutti quanti insieme abbiamo deciso che, già dalla Champions League, in qualsiasi modo quando un avversario sarà in terra noi continueremo a giocare e solo l’arbitro potrà fermare il gioco. Chiarezza dai vertici arbitrali? Io penso che ci sia un arbitro, da oggi in poi sarà discrezione sua fermare il gioco». E giustamente anche l’Inter si adegua a quella che dovrebbe essere la norma.

Inter, su Dimarco era fallo ma bisogna giocare sempre: persa di testa

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button