Inter-Milan, Conte vara il 3-5-1-1? Sanchez arma finale, sprint D’Ambrosio

Articolo di
8 Febbraio 2020, 00:06
Antonio Conte Brescia-Inter
Condividi questo articolo

Inter-Milan la partita in cui Conte opterà per una variante del suo 3-5-2 usando Sanchez come arma a gara in corso? L’idea è concreta, in attesa di sciogliere gli ultimi dubbi. Intanto salgono anche le quotazioni di D’Ambrosio al posto di Godin

VALUTAZIONI E ARMA TATTICAInter-Milan con un nuovo vestito tattico per l’occasione? Antonio Conte ci sta pensando e le prova tutte in allenamento per trovare la soluzione vincente. L’assenza di Lautaro Martinez impone delle riflessioni anche alla luce della partita di Udine. Il baby Sebastiano Esposito non offre ancora adeguate garanzie per una gara di cartello, dall’altro lato Alexis Sanchez è subentrato in maniera positiva alla Dacia Arena con guizzi di assoluto livello. Per questa ragione, Conte è tentato di tenersi il cileno come arma a gara in corso per sfruttare la stanchezza dei rossoneri e colpire con la qualità e la velocità del numero 7. Inevitabile, a quel punto, pensare di partire con un centrocampo più folto inserendo anche Matias Vecino. Una mediana completata da Marcelo Brozovic, Nicolò Barella e Christian Eriksen permetterebbe di sviluppare una sorta di 3-4-2-1 con l’uruguayano e il danese alle spalle di Romelu Lukaku. Vecino, in Milan-Inter dell’anno scorso, fu una chiave tattica decisiva proprio tra le linee e con i suoi inserimenti. Partendo da dietro in un sistema base 3-5-1-1 con Eriksen in appoggio a Lukaku si possono creare le condizioni per sopperire alla mancanza della seconda punta nella prima ora di gioco.

INTER DALLA CINTOLA IN GIÙ – Per quanto riguarda gli altri ruoli, sulla fascia destra Antonio Candreva scalpita per tornare titolare al posto di Victor Moses mentre a sinistra nessun dubbio su Ashley Young. In difesa la novità può essere il ritorno di Danilo D’Ambrosio nel terzetto arretrato, considerando che da quella parte c’è la spinta di Theo Hernandez da arginare e Diego Godin potrebbe andare in difficoltà sulla velocità. In porta, al momento, Daniele Padelli. Samir Handanovic ci proverà nelle prossime ore ma non verrà corso alcun rischio. Manca sempre meno a Inter-Milan e Conte, con il suo staff, è in piena fase di valutazione sulle mosse vincenti per il suo secondo derby meneghino.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE