Godin: “Ci aspettiamo il miglior Barcellona, siamo concentrati”

Articolo di
9 Dicembre 2019, 14:43
Condividi questo articolo

Diego Godin ha parlato con Antonio Conte in conferenza stampa alla vigilia di Inter-Barcellona (qui le dichiarazioni) decisiva per il passaggio del turno in Champions League

CONFERENZA GODIN – Di seguito le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal difensore uruguagio

Che obiettivo in Champions in caso di passaggio del turno?

Come ha detto il mister l’obiettivo è domani. Non stiamo guardando oltre, sarà una partita importante per noi, una squadra che sta crescendo, quasi nuova, ci farà crescere. Queste partite contro una delle squadre migliori al mondo ci fanno crescere. La stiamo affrontando con entusiasmo, volontà di fare bene. Affronteremo una squadra grandissima, ma noi pensiamo al nostro entusiasmo, di giocare a San Siro col nostro pubblico. Speriamo di ottenere un risultato positivo, soprattutto perché avremo dato il massimo in squadra. Dare tutto e riuscire a qualificarci per gli ottavi in un gruppo non semplice, Dortmund e Barcellona sono abituati alle fasi finali. Tornando alla domanda iniziale l’obiettivo è la partita di domani. Il Barcellona non ha problemi di qualificazione, ma dobbiamo pensare a noi stessi.

Tu conosci il Barcellona, ci hai giocato contro tante volte. Come si affronta?

Ho affrontato Messi tante volte, ma tutti lo conoscono. Domani penso sarà una partita di squadra, contro il Barcellona, quando devi affrontare queste squadre la cosa importante è il lavoro di squadra per minimizzare le forze degli avversari. Cercheremo di fargli male, noi diamo tutto in campo, abbiamo preparato la partita con gli allenamenti anche ieri. Cercheremo di minimizzare le loro qualità, aggredirli e cercare di vincere

Quale partita ricordi contro il Barcellona?

Quando abbiamo vinto al Camp Nou e abbiamo vinto il campionato con un mio gol, lo ricordo bene. Poi abbiamo giocato tante grandi partite in Champions e nella Liga e come ha detto il Mister è una squadra molto difficile. Sappiamo che ci farà soffrire, ma siamo pronti, anche i tifosi sono pronti. La partita dura 90 minuti e la concentrazione dovrà essere costante. E’ una squadra che ha giocatori che in qualsiasi momento può farti male, dobbiamo essere preparati sapendo che anche nella fase difensiva, non soltanto per attaccare. Anche in attacco dobbiamo essere pronti ad aggredire e fargli male.

Il Barcellona è già qualificato, ti aspetti un avversario più rilassato?

Non la pensiamo così, come ho detto prima e come ha detto il Mister è una squadra fortissima, una delle migliori del mondo. E’ una squadra che cerca di vincere tutti i titoli e ha bisogno di 22 giocatori fortissimi. Non stiamo pensando a chi giocherà e chi non giocherà, ci aspettiamo il miglior Barcellona con tutti i suoi giocatori e che fa la sua solita partita cercando di vincere. Noi ci concentriamo su noi stessi per preparare la partita al meglio. Io non mi aspetto un Barcellona rilassato, ci aspettiamo il meglio dagli avversari.

Ritroverai il tuo ex compagno di squadra Griezmann che ha vissuto alcune difficoltà

Antoine ha deciso di andare al Barcellona, è storia passata e non voglio essere polemico. Quello che ha vissuto lui all’Atletico è qualcosa di normale perché quando una squadra ama un giocatore e va via la gente non ti accoglie con affetto, penso sia comprensibile e sono sicuro che Antoine lo capisce, fa parte del calcio. Penso che la gente dell’Atletico lo ricorderà con affetto per tutto quello che ha fatto per il club.

L’Atletico Madrid è in un momento negativo, cosa ne pensi?

Io sono qua per la partita di domani, all’Atletico sanno quanto affetto ho per loro, ma dobbiamo concentrarci su di noi. Io gli auguro sempre il meglio, spero che domani si qualifichino, gli auguro sempre il meglio, ma mi concentro su di noi.

Tu conosci Luis Suarez, che ne pensi? E Lautaro Martinez cosa può diventare?

Luis lo conosco bene, è un grande attaccante, uno dei migliori. Per quanto riguarda Lautaro che posso dire? L’ho visto l’anno scorso dall’esterno e adesso lo vedo da vicino, è esploso, è cresciuto tantissimo. Si sente importante e forte a livello fisico ed è nelle condizioni per farlo. Se oggi sta su tante squadre è perché fa le cose bene. E’ nell’Inter, una delle migliori squadre del mondo e ha ancora tanti anni per crescere e dare tanto. Siamo contenti sia con noi, può crescere tanto, ma non ha limiti e speriamo possa continuare così il suo cammino. Lautaro non è solo un giocatore che fa gol, aiuta la squadra, sa cosa serve alla squadra per migliorare e speriamo possa continuare così.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.