De Zerbi: “Sassuolo-Inter, loro sempre big! Caputo e Defrel out. Berardi…”

Articolo di
27 Novembre 2020, 12:28
Roberto De Zerbi Sassuolo Roberto De Zerbi Sassuolo
Condividi questo articolo

Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo, ha parlato della squadra neroverde, seconda in Serie A, in vista della sfida di domani contro l’Inter

SASSUOLO-INTER – Queste le parole, in collegamento con “Sky Sport”, da parte di Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo, in vista di Sassuolo-Inter. «Un aggettivo? Partita affascinante perché l’Inter è una grande squadra, al di là del risultato di mercoledì. Il Sassuolo è una squadra più piccola che sta cercando di farsi spazio tra le big. Non è che adesso si sono capovolte le gerarchie. L’Inter è fortissima, ma sappiamo che ci stiamo facendo spazio con merito, nessuno ci sta regalando niente. Dovremo giocare la partita con coraggio, dovremo passare una giornata da grande squadra».

VALORE – De Zerbi su quanto vale questo Sassuolo. «Noi dobbiamo divertirci, dobbiamo rispettare lo sport che facciamo e dobbiamo rispettare la nostra storia, non importantissima, ma fatta di dignità, fatta di ambizionee. Quindi non dobbiamo aver paura di cadere. Non dobbiamo neanche aver paura di ambizioni. Quando dico “non firmo per il quarto posto”, chiaramente non è che il quarto posto non mi piacerebbe. Sarebbe un risultato fuori da qualsiasi aspettativa. Ma il firmare, per una squadra come noi, per una realtà come la nostra, che tenta sempre di non accontentarsi, di non fermarsi all’obiettivo in sé è riduttivo. Questo è il mio significato del non firmare».

ASSENZE – De Zerbi sulle assenze contro l’Inter. «Berardi sta bene, Djuricic si è allenato così così e vediamo domani se parte dall’inizio, se parte dopo. Caputo e Defrel son fuori. Haraslin e Ricci sono fuori pure loro. E però quelli che ci sono sono giusti, forti e vogliosi di far bene».

MENTALITÀ – De Zerbi sulla mentalità della squadra che allena. « Sassuolo verticale, in tutti i sensi, o Sassuolo che ha una duttilità tattica perché ha imparato a sapere gestire le capacità che ha a leggere le situazioni? Serve l’intelligenza, serve capire le gare, ma serve allo stesso modo mantenere una propria idea, una propria identità. Quello che abbiamo acquisito adesso, quello che abbiamo aggiunto adesso è la mentalità forte che ha la squadra».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.