Cagliari-Inter 1-3! Conte passa finalmente a 4 e la ribalta, eurogol Barella

Articolo di
13 Dicembre 2020, 14:40
Nicolò Barella Nicolò Barella
Condividi questo articolo

Cagliari-Inter si è appena conclusa col risultato di 1-3. Dopo il primo tempo, chiuso sull’1-0 (vedi articolo), i nerazzurri la ribaltano con i gol di Barella, D’Ambrosio e Lukaku. E Conte, finalmente, passa alla difesa a quattro.

CAGLIARI-INTER, SECONDO TEMPO – C’è Achraf Hakimi per Ivan Perisic nell’Inter dopo l’intervallo, Matteo Darmian scala a sinistra. Proprio il 36 al 50’ crossa per la girata di Milan Skriniar, palla sul fondo. Un minuto dopo sfonda Romelu Lukaku, ma sul suo cross basso dal fondo si ostacolano Hakimi e Alexis Sanchez: grossa chance buttata. Doppio cambio al 58’: fuori Christian Eriksen e Darmian, dentro Stefano SensiAshley Young. Subito propositivo l’inglese con un bel tiro che chiama ancora Alessio Cragno a salvare il risultato. Ci prova anche Sanchez al 62’: destro deviato in corner. Spreca invece Sensi al 67’, calciando alto un rigore in movimento su invitante cross di Hakimi. L’ingresso di Ragnar KlavanNahitan Nandez porta il Cagliari a passare al 5-3-2. Conte invece si sposta a quattro, con Lautaro Martinez per un insufficiente Alessandro Bastoni. Sfiora il pari Sensi, con un destro dai diciotto metri sfiorato quanto basta per non trasformarlo nell’1-1. Che, finalmente, arriva sul corner seguente al 74’: Cragno lo smanaccia, ma non può fare nulla sul magnifico destro al volo di Nicolò Barella. Che, da ex, ovviamente non esulta. Danilo D’Ambrosio, appena entrato al posto dell’infortunato Hakimi, al primo pallone toccato fa gol: di testa su cross di Barella, ribaltata all’84’. Lukaku sfiora il tris in contropiede con un sinistro respinto di piede da Cragno, mentre Alberto Cerri si divora il 2-2 da due passi all’89’. Nel quarto dei cinque minuti di recupero contropiede dopo un corner con Cragno a centrocampo, Lukaku lo salta e va a segnare a porta vuota.

CAGLIARI-INTER 1-3 – IL TABELLINO

Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Faragò (68’ Klavan), Walukiewicz, Carboni (89’ Simeone), Lykogiannis; Marin, Rog; Zappa, Joao Pedro, Sottil (68’ Nandez), Pavoletti (75’ Cerri).
In panchina: Aresti, Vicario, Caligara, Pinna, Tramoni, Pisacane, Oliva, Ceppitelli.
Allenatore: Eusebio Di Francesco

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, A. Bastoni (72’ Lautaro Martinez); Darmian (58’ Young), Barella, Brozovic, Eriksen (58’ Sensi), Perisic (46’ Hakimi, 83’ D’Ambrosio); Lukaku, Sanchez.
In panchina: Padelli, I. Radu, Gagliardini, Kolarov, Ranocchia.
Allenatore: Antonio Conte

Arbitro: Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli (Bindoni – Raspollini; Marinelli; VAR Doveri; A. VAR Giallatini)

Gol: 42’ Sottil (C), 77’ Barella, 84’ D’Ambrosio, 94’ Lukaku

Ammoniti: Faragò, Pavoletti (C), Darmian (I)

Recupero: 2’ PT, 5’ ST




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.