Conte senza panchina nel match clou: pure troppi i 5 cambi in Inter-Napoli

Articolo di
16 Dicembre 2020, 12:42
Condividi questo articolo

Conte affronterà la prima di una serie di “finali” scudetto in cui la sua Inter non può fallire, non avendo più l’impegno internazionale. In Inter-Napoli la difficoltà non è tanto nella formazione iniziale quanto nei cambi possibili nella ripresa

CINQUE CAMBI – La novità delle cinque sostituzioni, introdotta post-lockdown, finora è stata trattata mediaticamente più per fare polemica che altro. Stasera, in vista della delicatissima sfida di San Siro, l’Inter si presenterà a ranghi ridottissimi. In attesa di sapere se Achraf Hakimi verrà rischiato dopo lo stop di Cagliari, i giocatori di movimento a disposizione di Antonio Conte sono appena 16. Un numero congruo se fossero tutti al top della forma. Ma considerando gli avversari, che ne porteranno a Milano ben 20, il problema rischia di diventare enorme a partita in corso.

POCHE OPZIONI – Le indicazioni sul possibile schieramento (vedi probabili formazioni di Inter-Napoli, ndr) danno idea sulla situazione di emergenza. Tra i possibili cambi c’è un centrale difensivo (Andrea Ranocchia) che difficilmente vedrà il campo. Ci sono un terzino schierabile sul centro-sinistra o a tutta fascia (Aleksandar Kolarov) e una mezzala (Stefano Sensi), che non giocano una partita dal 1′ rispettivamente da un mese e mezzo e da due mesi e mezzo. Poi due jolly offensivi (Christian Eriksen in mezzo e Ivan Perisic sulla fascia) e uno difensivo (Danilo D’Ambrosio), che si prenotano per entrare nella ripresa, probabilmente in “nuovi” ruoli (vedi focus 1 e focus 2). Nessuno si stupirebbe se Conte effettuasse meno di cinque sostituzioni, stasera.

TROPPI ASSENTI – Le assenze di Arturo Vidal a centrocampo e Alexis Sanchez in attacco, in aggiunta a Radja Nainggolan e Andrea Pinamonti, oltre che al lungodegente Matias Vecino, evidenziano un grosso problema in casa Inter. La rosa lunga, che così lunga non è. Anche perché, di questi cinque, solo i primi due fanno parte del progetto tecnico di Conte. Gli altri tre a gennaio dovrebbero andar via per far spazio a un paio di giocatori più “funzionali”. Per far sì che il mercato di gennaio sia davvero finalizzato a rinforzare la rosa con vista sullo scudetto sarà importante anche portare a casa i tre punti contro il Napoli, stasera. Una difficoltà in più per Conte che, a differenza del collega Gennaro Gattuso, si ritrova senza panchina. O meglio, senza quella che vorrebbe avere. Sperando di poter contare sul miglior Hakimi, probabilmente l’unico elemento in grado di aggiungere davvero qualcosa alla formazione nerazzurra. Anche partendo dalla panchina.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.