Match

Conte senza panchina nel match clou: pure troppi i 5 cambi in Inter-Napoli

Conte affronterà la prima di una serie di “finali” scudetto in cui la sua Inter non può fallire, non avendo più l’impegno internazionale. In Inter-Napoli la difficoltà non è tanto nella formazione iniziale quanto nei cambi possibili nella ripresa

CINQUE CAMBI – La novità delle cinque sostituzioni, introdotta post-lockdown, finora è stata trattata mediaticamente più per fare polemica che altro. Stasera, in vista della delicatissima sfida di San Siro, l’Inter si presenterà a ranghi ridottissimi. In attesa di sapere se Achraf Hakimi verrà rischiato dopo lo stop di Cagliari, i giocatori di movimento a disposizione di Antonio Conte sono appena 16. Un numero congruo se fossero tutti al top della forma. Ma considerando gli avversari, che ne porteranno a Milano ben 20, il problema rischia di diventare enorme a partita in corso.

POCHE OPZIONI – Le indicazioni sul possibile schieramento (vedi probabili formazioni di Inter-Napoli, ndr) danno idea sulla situazione di emergenza. Tra i possibili cambi c’è un centrale difensivo (Andrea Ranocchia) che difficilmente vedrà il campo. Ci sono un terzino schierabile sul centro-sinistra o a tutta fascia (Aleksandar Kolarov) e una mezzala (Stefano Sensi), che non giocano una partita dal 1′ rispettivamente da un mese e mezzo e da due mesi e mezzo. Poi due jolly offensivi (Christian Eriksen in mezzo e Ivan Perisic sulla fascia) e uno difensivo (Danilo D’Ambrosio), che si prenotano per entrare nella ripresa, probabilmente in “nuovi” ruoli (vedi focus 1 e focus 2). Nessuno si stupirebbe se Conte effettuasse meno di cinque sostituzioni, stasera.

TROPPI ASSENTI – Le assenze di Arturo Vidal a centrocampo e Alexis Sanchez in attacco, in aggiunta a Radja Nainggolan e Andrea Pinamonti, oltre che al lungodegente Matias Vecino, evidenziano un grosso problema in casa Inter. La rosa lunga, che così lunga non è. Anche perché, di questi cinque, solo i primi due fanno parte del progetto tecnico di Conte. Gli altri tre a gennaio dovrebbero andar via per far spazio a un paio di giocatori più “funzionali”. Per far sì che il mercato di gennaio sia davvero finalizzato a rinforzare la rosa con vista sullo scudetto sarà importante anche portare a casa i tre punti contro il Napoli, stasera. Una difficoltà in più per Conte che, a differenza del collega Gennaro Gattuso, si ritrova senza panchina. O meglio, senza quella che vorrebbe avere. Sperando di poter contare sul miglior Hakimi, probabilmente l’unico elemento in grado di aggiungere davvero qualcosa alla formazione nerazzurra. Anche partendo dalla panchina.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh