Conte chiamato alla scelta più difficile: quale vertice in Inter-Real Madrid?

Articolo di
25 Novembre 2020, 09:54
Antonio Conte Inter Antonio Conte Inter
Condividi questo articolo

Conte dovrà fare la differenza in Europa, dove finora la sua Inter non ha ottenuto i risultati sperati. Quella di Inter-Real Madrid non si presenta certo come un’impresa impossibile e le scelte da fare sono minime. Ma una più di tutte potrebbe essere decisiva

QUESTIONE DI APPROCCIO – La formazione dell’Inter che scenderà in campo stasera è praticamente annunciata. Resta un solo ballottaggio, minimo (vedi probabili formazioni di Inter-Real Madrid, ndr). Eppure c’è una decisione che Antonio Conte deve ancora prendere e non è di certo secondaria. Con quale vertice impostare il suo undici titolare? Ne va dell’approccio alla gara. E quindi del sistema di gioco. Non è solo questione di numeri e trattini.

OPZIONI POSSIBILI – All’andata a Madrid si è visto un ottimo Nicolò Barella anche in qualità di uomo-assist. Contro il Torino, invece, è stato il turno di Arturo Vidal, che avrebbe anche fatto bene se non ci fosse stata la “tassa” Alexis Sanchez titolare. Sì, perché quando gioca il numero 7 cileno, non c’è modulo che tenga: il riferimento alto è solo ed esclusivamente lui. Oggi l’opzione Sanchez trequartista è l’ultima spiaggia di Conte, in caso di ricerca disperata del gol nel finale. In lizza c’è anche Christian Eriksen, ma per il momento meglio non azzardare.

VERTICE ALTO O BASSO – Le scelte di Conte a centrocampo, privo di Marcelo Brozovic, vedono Roberto Gagliardini davanti alla difesa nel 3-4-1-2, dove avrebbe spazio il vertice alto. Barella o Vidal? Le voragini lasciate al Torino a causa del posizionamento fin troppo defilato dei due mediani non può essere replicato. Anche per questo Vidal basso dà qualche garanzia in più del classe ’97 italiano. C’è però un’altra opzione, ovvero la scelta del 3-5-2 con il vertice basso a conferire ordine, oltre che equilibrio, a tutta la squadra. Anche in quel caso Conte dovrebbe scegliere tra Barella e Vidal, con il classe ’87 cileno favorito. Bisogna fare filtro in mezzo al campo, perché il Real Madrid anche zeppo di riserve non è il Torino. E le decisioni di Zinedine Zidane (4-3-3 o 4-2-3-1?) aiuteranno Conte a impostare, anche a partita in corso, l’Inter migliore.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.