Analisi tatticaPrimo Piano

Bologna-Inter: Inzaghi perde la bussola per i gialli e la partita (anche) per Radu

Bologna-Inter inizia bene e finisce male, malissimo. Il gol di Perisic illude. Radu regala due punti extra ai padroni di casa, a cui Inzaghi rende il compito finale ancora più facile grazie ai soliti cambi dettati da fissazioni controproducenti legate alle ammonizioni. Al di là dei meriti altrui, il 2-1 ha tanti colpevoli nerazzurri. Di seguito l’analisi tattica di Bologna-Inter in Serie A

Pre-Game Analysis: la preparazione e le scelte di Inzaghi

FORMAZIONE – Ecco il 3-5-2 di partenza dell’Inter scelto da Inzaghi per affrontare il Bologna in Serie A: A. Radu; Skriniar, de Vrij, F. Dimarco; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Lautaro Martinez, J. Correa.

Bologna-Inter formazione ufficiale
Bologna-Inter formazione ufficiale

In-Game Analysis: lo sviluppo e la lettura della partita

HIGHLIGHTS – Nel primo tempo, al 3′ Perisic si inventa una giocata straordinaria calciando di sinistro dal limite dell’area dopo essersi accentrato dalla destra sugli sviluppi di una rimessa laterale (0-1). Poi, al 29′ Arnautovic svetta più in alto del suo marcatore – che inspiegabilmente è Dimarco – e di testa su cross di Barrow da sinistra brucia Radu (1-1). Nel secondo tempo, all’81′ Sansone appoggia in rete il clamoroso liscio di Radu su rimessa laterale battuta da Perisic (2-1).

MODIFICHE – Nella ripresa, sull’1-1, al 63′ arriva il primo doppio cambio dell’Inter: fuori Barella e Correa, dentro Sanchez e Dzeko. Il cileno si posiziona sulla trequarti alla sinistra di Lautaro Martinez con il bosniaco unica punta nel 3-4-2-1 che per l’Inter significa fare a meno di un mediano. Al 70′ il terzo cambio di Inzaghi: fuori Dimarco, dentro D’Ambrosio. L’italiano si posiziona nel ruolo di terzo destro con Skriniar dirottato sul centro-sinistra. All’80′ ecco il secondo e ultimo doppio cambio nerazzurro: fuori Dumfries e Calhanoglu, dentro Darmian e Gagliardini. Staffetta sul lato destro del centrocampo (come da immagine sotto allegata, ndr).

Bologna-Inter formazione finale
Bologna-Inter formazione finale

Player Analysis: il singolo decisivo in Bologna-Inter visto ai raggi X

PROTAGONISTA – Quello che succede all’81’ rischia di rimanere scolpito nella memoria dello scudetto in palio e allora il focus – negativo – non può che essere sul portiere nerazzurro: Radu. Facile identificarlo come peggiore in campo. Più difficile dargli un voto “normale” ma così non può essere dopo il 2-1 (vedi pagelle di Bologna-Inter). Il liscio sulla rimessa laterale di Perisic, che si trasforma in assist per il gol di Sansone a porta vuota, è un infortunio troppo grave da accettare. Il vice-Handanovic non è mai stato considerato tale in due stagioni e l’Inter ne paga tutte le conseguenze in 90′, nella partita con più pressione mediatica della stagione. Sbagliato parlare degli assenti, ma se i presenti sono questi… Male, male. Malissimo. Stralunato.

Post-Game Analysis: le considerazioni finali su Bologna-Inter

COMMENTO – Non riuscire a essere più forte del tuo dodicesimo, in campo non per scelta ma per obbligo, qualifica la prestazione dell’Inter a Bologna. Basti pensare che la squadra padrona di casa gioca a specchio, schierando un 3-5-2 che prova ad annullare il potenziale nerazzurro. E ci riesce bene. L’Inter nel primo quarto di partita attacca lateralmente con i due quinti di centrocampo e centralmente con i due terzi di difesa, ma non riesce a imporre la propria manovra in maniera dominante. Capito il bug della difesa (la marcatura di Dimarco su Arnautovic), il Bologna inizia a rendersi pericoloso con i traversoni verso l’area di rigore. Così arriva il pareggio e iniziano le insicurezze per l’Inter. La squadra di Inzaghi è visibilmente impaurita, nervosa e stanca. Priva di ogni idea su come superare l’ostacolo Bologna. Le occasioni per tornare in vantaggio ci sono ma arrivano tutte dai piedi di Dimarco. Qualcosa non va, palese. E i cambi fanno il resto. L’Inter esce – definitivamente – di scena quando Inzaghi torna a preoccuparsi più dei cartellini nel taschino dell’arbitro che dei punti in palio per la classifica.

OSSERVAZIONE – Dire che l’Inter perde per colpa dell’errore di Radu è oggettivo. Ma superficiale. Dire che l’Inter non avrebbe comunque vinto è altrettanto oggettivo. E un pareggio, alla fine, lo puoi strappare sia con sia senza lo pseudo autogol di Radu. La verità è che l’Inter di Inzaghi, sull’1-1, è già fuori dai giochi. E non riuscire a riporta la partita sui binari giusti, quelli del 2-2 “salva” risultato (sarebbe stato un punto d’oro per le combinazioni della classifica finale…). L’Inter non perde solo per Radu ma anche per Radu. Accettato questo, bisogna soffermarsi sulle scelte di Inzaghi a partita in corso. Messi da parte tutti gli alibi – anche questi oggettivi – di una rosa non competitiva a causa di n assenze (Handanovic, Bastoni, Gosens, Vidal e Caicedo quelle fisiche, le altre pratiche), il tecnico nerazzurro gioca male il suo jolly. Preso da frenesia, inizia a mettere mano alla formazione cambiando modulo e uomini. Tutto giusto, se non fosse che le scelte sono dettate dai cartellini gialli. Barella ammonito? Fuori. Dumfries e Calhanoglu ammoniti? Fuori. L’Inter – già deficitaria in porta, in difesa e in attacco – si ritrova in un attimo senza centrocampo. Senza densità né spinta o qualità, difficile riprendere in mano la partita. Il Bologna attacca bene e difende meglio, ma la partita la stravince in mezzo al campo. Tolto il filtro e perso l’equilibrio, l’Inter di Inzaghi nella mezz’ora finale fa acqua da tutte le parti. Inzaghi perde la bussola in un attimo e non riesce più a risolvere i problemi, non avendo altre opzioni in panchina. Un problema che avrebbe dovuto conoscere bene prima del fischio d’inizio e delle modifiche. E l’Inter così rischia di perdere uno Scudetto che oggi non è più sotto controllo. L’autogol inzaghiano è un assist a porta praticamente vuota per Pioli, che ora può sfruttarlo con almeno un partita paracadute (pareggio) su quattro. Inzaghi può solo sperare che il collega rossonero sfrutti – male – questa occasione: come Radu, purtroppo, in Bologna-Inter.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh