3 appunti su Inter-Brescia: Sanchez rimpianto, bene Agoumé, clean sheet

Articolo di
2 Luglio 2020, 08:08
Condividi questo articolo

La rubrica “3 appunti” pone l’attenzione su tre aspetti singolari di una partita. La prestazione di un singolo giocatore, una rete, o un dato statistico: tre cose da porre in risalto. Inter-Brescia regala tanti gol e pochi punti degni di nota. Alcuni di questi sono la prestazione sontuosa di Sanchez, l’ottimo ingresso di Agoumé e la porta nuovamente inviolata.

1. REGISTA DA OSCAR – Il grande protagonista di Inter-Brescia è senza dubbio Alexis Sanchez. Il cileno supera tutti i presenti in campo di diverse spanne, dal punto di vista tecnico. Esattamente come nelle altre prove in cui ha giocato al posto di Romelu Lukaku, si carica la squadra sulle spalle e fa impazzire la difesa del Brescia. Gli avversari non riescono mai a prenderne le misure, e il numero 7 può giocare come ama fare, svariando sull’intero fronte d’attacco. Dai suoi piedi scaturisce l’assist per il meraviglioso gol di Ashley Young, e poi batte magistralmente il rigore del raddoppio. Un peccato averlo così in forma ad un punto così avanzato della stagione.

2. ORDINE E METODOLucien Agoumé fa il suo ingresso in campo al 59′ di Inter-Brescia, con la partita già ampiamente chiusa sul 4-0. Mezz’ora di gioco per iniettare altre dosi di minuti e fiducia nelle gambe del giovane francese. Non tocca molti palloni (26 in 30 minuti), ma dimostra una sorprendente lucidità nella gestione, anche del pressing avversario. Scambia bene con i compagni più vicini, non teme l’anticipo, e predilige pochi tocchi. Una prova pienamente sufficiente, in vista di definire il suo futuro prossimo.

3. PORTA INVIOLATA – Non capitava dal 2 febbraio che l’Inter arrivasse al 90′ senza gol al passivo. I nerazzurri blindano così la terza miglior difesa del campionato, e salgono al terzo posto per gol fatti. Sei reti che portano il bottino complessivo a 62. Sei reti con sei marcatori diversi, come non succedeva da Udinese-Cagliari 6-2 della stagione 2008/09 (Sanchez c’era anche lì). Una vittoria rotonda, senza reti subite, che porta morale e distensione, dopo una settimana dal ritmo nervoso oltre la soglia consentita.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.