Primavera: Inter KO di misura, il Chievo vola a +4

Articolo di
16 gennaio 2016, 14:52
Primavera Inter gol

E’ appena terminato il big match valido per la 14a giornata del Campionato Primavera, che ha visto il ChievoVerona battere di misura l’Inter. Sorpasso scongiurato per gli uomini di D’Anna, che allungano ancora e volano a +4 sugli avversari allenati da Vecchi: in mezzo ora c’è il Cagliari, a due lunghezze da entrambe

SECONDO TEMPO – Dopo il primo tempo, terminato 0-0, le squadre tornano in campo con gli stessi undici che hanno iniziato il match. Batte il ChievoVerona, ma nei primi cinque minuti non succede granché. Al 51′ Chievo in vantaggio con Damir Bartulovic: buco difensivo dell’Inter, che lascia l’attaccante clivense libero di controllare e battere a rete e non c’è nulla da fare per Radu. Al 56′ ci prova Zonta dalla distanza, ma la palla va distante dallo specchio della porta. Al 60′ doppia parata di Radu su Leris, che va vicinissimo al raddoppio: erroraccio difensivo di Popa, che si lascia superare con troppa facilità. Al 62′ primo cambio per l’Inter: fuori Melo, dentro Appiah. Adesso l’Inter cambia assetto e va all’attacco con il 4-2-3-1, quasi un 4-2-4. Fase molto critica della gara, ma non arriva né il gol del pareggio né quello del raddoppio. Al 70′ primo cambio per il Chievo: fuori Bartulovic, dentro Cazzaniga. I clivensi si difendono, aggiungendo un centrocampista al posto di una punta. Al 72′ ammonito Oprut del Chievo, che ferma in maniera irregolare un contropiede nerazzurro. Al 75′ secondo cambio per Vecchi: fuori Bonetto, dentro De la Fuente. Il capitano diventa Zonta, mentre Dimarco si alza ulteriormente a creare un assetto super-offensivo. All’83’ Baldini lanciato a rete, ma la difesa del Chievo chiude con non poche difficoltà. All’85’ Dimarco ci prova dalla distanza, ma senza speranze. All’86’ terzo e ultimo cambio per l’Inter: fuori Popa, dentro Rapaic. Togliendo un difensore e mettendo un attaccante, Vecchi manda i suoi tutti all’attacco: 3-4-3 offensivo come mai visto prima quest’anno. All’88’ è proprio Rapaic ad avere la palla giusta in area, ma il tiro è troppo debole per impensierire Confente, che riceve un passaggio. Al 90′ punizione pericolosa di Dimarco, che in area trova la testa di Oprut: calcio d’angolo per l’Inter. L’arbitro Luca Detta segnala tre minuti di recupero. E’ assedio Inter nei minuti finali, ma il Chievo è insuperabile in difesa. Il tacco provato allo scadere da Pinamonti non trova fortuna. Arriva il triplice fischio finale: termina 0-1 in favore del Chievo di D’Anna, che torna in vetta a quota 34 punti dopo il sorpasso odierno del Cagliari, ora secondo a due lunghezze. Si allontana l’Inter, ferma a 30 punti e relegata al terzo posto.

IL TABELLINO

0 INTER – CHIEVOVERONA 1

MARCATORI: Bartulovic (C) al 51′

INTER (4-3-3): 1 Radu; 2 Gyamfi, 5 Popa (22 Rapaic dall’86’), 6 Senna Miangue, 3 Dimarco; 7 Zonta, 4 Melo (21 Appiah dal 62′), 8 Bonetto (19 De la Fuente dal 75′); 11 Bakayoko, 9 Pinamonti, 10 Baldini.

A disposizione: 12 Pissardo, 13 Chiarion, 14 Mattioli, 15 Gravillon, 16 Emmers, 17 Tchaoule, 18 Delgado, 20 Mari Sanchez.

Allenatore: Stefano Vecchi

CHIEVOVERONA (4-3-1-2): 1 Confente; 2 Concato, 5 Danieli, 6 Sbampato, 3 Oprut; 7 Depaoli, 4 Pogliano, 8 Damian; 10 Kiyine; 9 Bartulovic (16 Cazzaniga dal 70′), 11 Leris.

A disposizione: 12 Pirelli, 13 Gecchele, 14 Di Minico, 15 Sonnini, 17 Polo, 18 Cataldi, 19 Cenaj, 20 N’Gissah.

Allenatore: Lorenzo D’Anna

ARBITRO: Luca Detta di Mantova

NOTEAmmoniti: Danieli (C) al 16′, Oprut (C) al 72′; Sostituzioni: Appiah per Melo (I) al 62′, Cazzaniga per Bartulovic (C) al 70′, De la Fuente per Bonetto (I) al 75′, Rapaic per Popa (I) all’86’; Recupero: 0 (PT) e 3′ (ST)

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE