Young come sale sulla ferita della fascia sinistra: Inter, urge una soluzione

Articolo di
3 Febbraio 2021, 13:34
Inter-Juventus - Coppa Italia, copyright Inter-news.it, foto Tommaso Fimiano Inter-Juventus – Coppa Italia, copyright Inter-news.it, foto Tommaso Fimiano
Condividi questo articolo

Young risulta tra i peggiori in campo di Inter-Juventus, semifinale di andata di Coppa Italia. Esponendo una ferita da rimarginare.

INDIETROAshley Young figura ancora una volta tra i peggiori in campo. In Inter-Juventus il principale highlight della sua serata è il fallo su Juan Cuadrado, che l’arbitro Calvarese decide sorprendentemente di assegnare. L’ennesimo tentativo goffo ed ingenuo di fermare un avversario diretto in area. Lo si era già visto in questa stagione, più precisamente in Inter-Torino. Stavolta però i nerazzurri non riescono a ribaltare la gara, nonostante il dominio della ripresa.

TIMIDEZZA – Ma la prestazione di Young è insufficiente anche senza considerare l’ingenuità nell’area dell’Inter. L’inglese non trova più lo stesso arrembante dinamismo del primo semestre nerazzurro. E riesce ad essere impalpabile (se non dannoso), in entrambe le fasi. Spesso e volentieri lascia troppo campo da gestire ad Alessandro Bastoni alle sue spalle. E in proiezione offensiva non riesce a contribuire con decisione ed efficacia alla manovra. Anche stavolta è infatti tra i giocatori con meno palloni giocati (31) e meno passaggi in avanti (11), come si evince dal report della Lega Serie A. E questo è un problema che non si può più rimandare.

SQUILIBRIO – Al 66′ Young lascia il posto a Ivan Perisic, in un cambio ormai codificato da parte di Antonio Conte. Ma le cose non cambiano affatto. La fascia sinistra è un problema dall’evidenza fluorescente per la formazione di questa Inter. La presenza di Achraf Hakimi (ieri però assente) porta fisiologicamente l’azione a svilupparsi di più sulla destra. Ma la reale criticità è che il contributo a sinistra non sembra sufficiente neanche a livello di contenimento.

PROBLEMA – Analizzando poi le situazioni contrattuali, emerge a caratteri cubitali la necessità di ricostruire la corsia mancina dell’Inter. Il contratto di Young scadrà il prossimo 30 giugno; quello di Perisic nella stessa data, ma del 2022. Assieme ai ricambi offensivi, quella a sinistra è la principale lacuna della rosa nerazzurra. Che nelle prossime sessioni dovrà ricostruire sia nei titolari, sia nelle riserve. Non è tuttavia lecito lanciarsi ora in ipotesi di possibili profili acquisibili, molto dipenderà dall’evolversi della situazione societaria. Nel frattempo, Conte dovrà arrangiarsi con il materiale a disposizione. E la possibilità di vedere Matteo Darmian titolare a sinistra prende sempre più corpo.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.