Vecino moment, alti e bassi. Conte chiede: futuro all’Inter in 15 giorni?

Articolo di
7 Dicembre 2019, 21:44
Vecino
Condividi questo articolo

Vecino è attualmente titolare nel centrocampo di Conte, anche a causa delle tante assenze. L’ex Fiorentina ha lasciato il segno con gol e assist, ma anche alcune prestazioni non buone. Analizziamo le sue prospettive in nerazzurro e il suo ruolo nell’Inter 2019/20

ESULTANZE E IMPRECISIONI – Dopo una prima parte di stagione complicata, Vecino si sta imponendo agli ordini di Conte. I tanti infortuni costringono l’uruguaiano a un vero tour de force, giocando praticamente ogni tre giorni. Le prestazioni, però, non sono state sempre perfette. L’aderenza agli schemi di Conte è in netta crescita rispetto a qualche mese fa, ma le imprecisioni tecniche restano. Da sottolineare il maggior pregio di Vecino: non ha perso l’imprevedibilità e il tempismo nell’inserimento. Caratteristiche che gli permettono di arrivare spesso al tiro e collezionare gol e qualche assist. L’impatto difensivo e la qualità tecnica e nelle corse possono, invece, crescere.

MERCATO, RICHIESTE E ASSENZE – Le ultime settimane hanno privato Conte di uomini fondamentali per il suo gioco, su tutti Sensi (non sono passati i guai muscolari) e Barella. Il loro rientro probabilmente vedrà Vecino scivolare nelle gerarchie dell’allenatore. I prossimi 15 giorni saranno, quindi, fondamentali per capire quale sarà il ruolo dell’uruguaiano nell’Inter del futuro. Va anche considerato che la dirigenza ha tutta l’intenzione di acquistare un calciatore di esperienza e qualità proprio in quella zona di campo. E’ tempo di confermarsi, stupire e convincere: in campo il ruolo e il futuro in nerazzurro.

 


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE