Focus

Thuram entra nella lista dell’Inter: dove giocherebbe in nerazzurro?

Marcus Thuram è il nome nuovo per l’attacco dell’Inter. In attesa di eventuali sviluppi, vediamo dove giocherebbe con Simone Inzaghi.

LA LISTA AUMENTAMarcus Thuram va ad aggiungersi ai nomi di Duvan Zapata, Joaquin Correa, Moise Kean, Lorenzo Insigne e Luka Jovic. A tre giorni dall’inizio del campionato, e due settimane dalla fine del calciomercato, anche il francese figlio d’arte entra nel taccuino dell’Inter. Per le sue caratteristiche tecniche, è assolutamente fisiologico che Thuram possa piacere all’Inter, e a Simone Inzaghi (vedi focus). Ma come giocherebbe in nerazzurro il numero 10 del Borussia Monchengladbach?

ATTACCANTE ATIPICO – Partiamo subito dai suoi numeri: Thuram non è un attaccante che fa del gol il suo tratto distintivo. In totale le reti in carriera sono 44, di cui 25 nell’ultimo biennio in Bundesliga, condite da 21 assist. Il figlio dell’ex difensore Lilian non è un goleador, né un predatore d’area. Anzi, ama molto spendersi a supporto tanto della costruzione della manovra (33,8 tocchi a partita nell’ultima stagione), quanto nella fase di recupero del pallone (0,5 recuperi e 0,9 tackle a partita, tutti i dati provengono da SofaScore).

POSIZIONE INDEFINITA – Parlando del nuovo obiettivo dell’Inter, molti lo descrivono come un attaccante esterno da 4-3-3. Tuttavia non è propriamente corretto, perché Thuram è un attaccante profondamente associativo, in grado di dialogare benissimo con i compagni, a prescindere dalla sua posizione in campo. Finora, basandoci sui dati di Transfermarkt, con il Borussia Monchengladbach il francese ha disputato 41 partite come ala sinistra, e ben 35 da punta centrale. E la heatmap (presa da SofaScore) della sua ultima stagione è abbastanza esplicativa:

Thuram sarebbe il profilo giusto per l’Inter?

RUOLO NERAZZURRO – In sintesi, Marcus Thuram è un attaccante in grado di svariare su tutto il fronte sinistro dell’attacco. Nell’Inter di Simone Inzaghi, quindi, potrebbe giocare sostanzialmente nella coppia d’attacco del 3-5-2, come posizione di partenza. La differenza verrebbe poi dall’interpretazione del ruolo, perché il francese potrebbe benissimo giocare come prima punta per dare profondità alla manovra (mossa molto gradita al tecnico). Oppure potrebbe destreggiarsi a supporto della prima punta di turno, svariando su tutto il fronte alle spalle del compagno, togliendo punti di riferimento ai difensori avversari.

PROFILO IDEALE – Per quel che serve all’Inter, fino a ieri Duvan Zapata era il profilo preferibile. A Inzaghi serve infatti un attaccante in grado di dare profondità alla manovra, “allungando” il campo. E Marcus Thuram rischia di essere un profilo persino migliore del colombiano, soprattutto per l’età (è un classe 1997). Ora non resta che intavolare un dialogo con il Borussia Monchengladbach, per valutare l’eventuale richiesta economica.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button