Suarez-Inter, cosa c’è di vero? Cifre e dettagli per fare chiarezza

Articolo di
18 Settembre 2020, 09:47
Condividi questo articolo

Nelle scorse ore i media spagnoli hanno rilanciato un’indiscrezione piuttosto curiosa: Luis Suarez interessa anche all’Inter, che avrebbe già fatto un sondaggio per capire la fattibilità dell’operazione. Boutade di mercato o suggestione fondata? Proviamo a fare chiarezza

BOMBA – Le vie del mercato sono infinite. Non tutte portano a Roma, anche se nelle ultime ore parecchie di queste sono sfociate nei quartieri della capitale. Quelle vie sono talmente imprevedibili da poter terminare a Milano, passando per Perugia e dopo aver sostenuto una breve esitazione al momento della biforcazione per Torino. Almeno questo è quanto viene riportato dai giornali spagnoli, che ieri sera hanno ritenuto opportuno spalancare la pista Inter per Luis Suarez (QUI i dettagli).

SCREZI – Ma cosa può esserci di vero (o di fattibile) in un’indiscrezione simile? A primo impatto, verrebbe da dire quasi nulla. Ma abbiamo provato a ragionarci su, giusto per non privarci dell’opportunità di dissertare sul sesso degli angeli. Partiamo dalle cifre. Luis Suarez ha un contratto con il Barcellona che, al momento, ripora come data di scadenza giugno 2021. Questo vincolo poggia su un ingaggio netto di 15 milioni di euro. L’uruguaiano, messo alla porta da Ronald Koeman, è il terzo elemento più pagato del Barcellona dopo Lionel Messi e Antoine Griezmann. I problemi fisici della scorsa stagione, e la volontà incipiente di rinnovamento, hanno spinto il club blaugrana a fare a meno di lui (e non solo).

FUORI CONTESTO – Un primo ostacolo per l’avvio di una trattativa, dunque, risiede proprio nell’ingaggio. Il picco ingaggi dell’Inter non va oltre i circa 8 milioni (bonus esclusi) di Romelu Lukaku e Christian Eriksen. L’arrivo di Suarez ‘sconvolgerebbe’ il monte stipendi in un momento non propriamente adatto per un’operazione simile (QUI i dettagli). In più, l’Inter aggiungerebbe non solo un pezzo da novanta al suo reparto offensivo, ma anche un calciatore difficile da panchinare. A farne le spese, dunque, sarebbero Lukaku e Lautaro Martinez, o almeno uno dei due. La società ha sempre fatto capire di voler puntare sui due giovanotti dell’attacco: volti ed emblemi di un’Inter proiettata al futuro. Luis Suarez sarebbe un colpo fragoroso, ma anche fuori budget e fuori fuoco, rispetto alle priorità tattiche di Antonio Conte.

E LA JUVE? – In questo marasma economico e gestionale, dimentichiamo un’opzione ancora troppo plausibile. Se è vero che Suarez potrebbe aver sostenuto l’esame di ieri per motivi puramente personali, sembra difficile che la Juventus abbia sedato ogni interesse. La società bianconera è vicinissima all’acquisto di Edin Dzeko e, nelle ultime ore, ha preso anche corpo l’idea di un colpo Suarez con cessione di Paulo Dybala. Il doppio acquisto potrebbe avere un impatto nocivo per le casse bianconere (sul lungo periodo), ma sembra difficile che la Juventus lo abbia ‘accompagnato’ verso il passaporto comunitario senza alcun doppio fine.

POCO PLAUSIBILE – C’è uno strato corposo di non detto negli intrecci del calciomercato. Strato ancor più nutrito da una situazione così intricata. Per certificare la confusione intorno alla figura di Suarez, basti pensare che nelle ultime ore alcuni media hanno riportato in auge l’ipotesi di una permanenza a Barcellona. In questo stato di cose, prendere una posizione netta risulterebbe quantomeno controproducente. D’altronde, come si diceva in principio, le vie del mercato sono infinite e aggiungerei misteriose. Proprio per questo, se l’iscrizione dell’Inter alla corsa per Suarez è stata davvero certificata (come dicono dalla Spagna), forse il modulo di iscrizione è stato firmato con inchiostro invisibile.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE