Spalletti vota Icardi: leader e gol. Inter-Milan: gioco o solo area?

Articolo di
20 ottobre 2018, 21:40
Mauro Icardi SPAL-Inter

Luciano Spalletti ha difeso e coccolato Mauro Icardi in conferenza stampa alle porte di Inter-Milan. In attesa del derby, occorre ragionare sulle soluzioni tattiche da adottare: analizziamo le parole odierne del tecnico

GLI ELOGI – Icardi? «Lasciamolo com’è che per noi è perfetto. Poi ci sono delle cose da migliorare come tutte le persone intelligenti. Questo poi ne fa un professionista perfetto. Icardi per stare in campo è perfetto. Vedete il tiro al volo contro il Tottenham, la sua posizione del corpo per mandare la posizione del corpo distante dal portiere del Tottenham. Poi in tutte le cose ci sono dei pro e dei contro. Lasciatelo stare com’è che a me garba così».

VERSO INTER-MILAN – E quindi a poche ore dal derby, è importante ragionare sul ruolo di Icardi. L’argentino si è confermato leader puro dei nerazzurri, mentre dal punto di vista tattico resta qualche incognita. Sorpassando gli elogi di Spalletti, il tecnico continua a chiedere maggior lavoro basso alla punta. Occorre garantire sponde quando il pressing avversario è asfissiante e ripulire più palloni. Ciò, da sempre, cozza con le caratteristiche di Maurito: letale nei confini dell’area. E lì ha sempre fatto male al Milan. Se, come vuole Luciano, sarà l’Inter a fare la partita, il capitano resterà il finalizzatore che vuole essere, ma occhio: nei momenti di necessità non gli sarà risparmiato il lavoro sporco tanto auspicato da tecnico e tifosi.







ALTRE NOTIZIE