Focus

Sheriff pensando alla Juventus errore da evitare: Inter obbligata a vincere

Sheriff Tiraspol e Juventus nella stessa settimana riassume il difficile calendario dell’Inter, che si è complicata la vita in Champions League e rischia di fare lo stesso in Serie A. Per uscire al meglio da questa doppia sfida bisogna affrontare al 100% un avversario per volta, senza calcoli né distrazioni

IN EUROPA – Stasera lo Sheriff Tiraspol in Champions League, a San Siro. Domenica la Juventus in Serie A, a San Siro. Nei prossimi 180′ più recupero l’Inter si gioca la stagione. Non è un frase fatta con scenario apocalittico ma la verità. Oggi non esiste risultato diverso dalla vittoria, perché in caso di non-vittoria l’Inter potrebbe già dover pianificare la seconda parte di stagione senza l’impegno del martedì-mercoledì europeo. Non ancora aritmetico ma quasi impossibile, infatti, qualificarsi agli ottavi di finale di Champions League senza battere la capolista Sheriff a Milano. Più fattibile, invece, la retrocessione in Europa League e l’appuntamento del giovedì da febbraio in poi. Altro scenario da evitare, possibilmente. Pertanto, niente calcoli: l’Inter è obbligata a vincere contro lo Sheriff.

IN ITALIA – Pensare allo Sheriff è la priorità dell’Inter, che deve evitare distrazioni di ogni tipo. Certo, impossibile non pensare alla Juventus, ma è proprio questa la difficoltà odierna in casa nerazzurra. Non bisogna fare calcoli, appunto. Lo sa bene Simone Inzaghi, che stasera dovrà accantonare l’idea turnover in vista della Juventus. Giusto pensare ad alcuni avvicendamenti strategici dal 1′, soprattutto in alcuni ruoli che potrebbero risultare decisivi con sostituzioni a partita in corso (vedi probabili formazioni di Inter-Sheriff). Servono tre punti stasera ma possibilmente anche contro la Juventus, sebbene nel weekend la priorità sia non perdere. Una sconfitta allontanerebbe ulteriormente l’Inter dalla vetta (il Napoli in caso di vittoria andrebbe a +10 dopo nove giornate…). Ma soprattutto permetterebbe alla Juventus di affiancare la squadra di Inzaghi a quota 17 punti. E possibilmente anche ad Atalanta e Lazio, complicando anche la corsa al quarto posto (obiettivo minimo stagionale). Vietato sbagliare.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button