Focus

Sensi, sempre meno utilizzato. Fiducia smarrita?

E’ vero, l’Inter ha chiuso al primo posto il girone d’andata e lo ha fatto con un filotto di vittorie da grande squadra (vedi articolo). La squadra funziona anche se, in questi casi, bisogna cercare qualche nota stonata da sistemare. Stefano Sensi è una di queste, che fine ha fatto?

SMARRITO – Partiamo da qui. Ieri Sensi, nonostante la partita necessitasse di un po’ di qualità nel palleggio per tenere a bada il Torino di Juric (vedi highlights qui), è stato inserito all’82’. Il numero 12 si è piazzato alla sinistra di Brozovic e il suo impatto non è stato così esaltante. Certo dare un giudizio con così pochi minuti è impossibile oltre che privo di senso, ma quei pochi palloni giocati da Sensi (tra cui un controllo elementare sbagliato sulla linea di fondo) certificano una cosa: si è smarrito. L’infortunio accusato contro la Sampdoria, ormai quasi un girone fa, è alle spalle. Inzaghi lo ha pienamente recuperato ma, nonostante questo, non lo ha mai utilizzato nemmeno quando c’era da fare un po’ di turnover visti i tanti impegni ravvicinati.

MINUTAGGIO

SCARSO IMPIEGO – In campionato sono 9 le presenze complessive ma i minuti totali sono solo 160. Da quando è rientrato, ovvero in Empoli-Inter del 27 ottobre scorso, il minutaggio più alto è stato di 21 minuti contro lo Spezia. Le qualità di Sensi non si discutono e quello che sembra essere svanito è la fiducia, sia nei propri mezzi, sia da parte dell’allenatore. Il ruolo del numero 12, nell’Inter, non è ancora chiaro. Mezz’ala? Mediano? Seconda punta? Sensi in queste tre stagioni all’Inter li ha fatti bene o male tutti con Conte prima e Inzaghi poi che lo hanno provato in varie posizioni. Ciò che più fa paura è la sua tenuta fisica e forse è per questo che, nonostante sia pienamente recuperato, Sensi rimanga una terza scelta nelle idee di Inzaghi. La voglia di un calciatore è ovviamente quella di giocare, il centrocampista rimarrà a Milano anche nel mercato di gennaio o preferirà chiedere la cessione per ritrovare se stesso?

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button