Focus

Sensi, quante possibilità ci sono di riprendersi l’Inter?

L’Inter sta continuando la preparazione ad Appiano Gentile per l’inizio della stagione 2021/2022. Uno degli uomini più chiacchierati dal ritiro nerazzurro è Stefano Sensi. Il centrocampista, saltato Euro2020 per un infortunio, è il giocatore più in bilico dell’Inter. 

RIMANERE – La volontà del giocatore è sconosciuta a tutti. Al momento Sensi si sta allenando agli ordini di Simone Inzaghi per raggiungere lo stato di forma migliore possibile (vedi articolo) dopo i tanti problemi fisici accusati. L’esperienza all’Inter era partita bene con Sensi che era finito al centro del progetto di Antonio Conte ma poi gli infortuni continui ne hanno di fatto compromesso il contributo. Potrebbe rimanere all’Inter per riprendersi il posto da titolare? Sì e no. Al momento Sensi nelle gerarchie parte molto indietro. Davanti a lui ci sono, sulla carta, Barella-Brozovic-Calhanoglu con il turco che vuole diventare il Luis Alberto di Inzaghi all’Inter. Sensi sicuramente partirebbe in panchina e questo non farebbe altro che scavare ancor di più la fossa in cui si trova non potendo esprimere le sue qualità.

CAMBIARE ARIA – L’alternativa per Sensi è quella di lasciare l’Inter, magari anche in prestito. La possibilità di andare in un’altra squadra di Serie A a giocare e ritrovare la forma ideale c’è: la Fiorentina lo sta corteggiando da quando Vincenzo Italiano si è seduto sulla panchina viola con il club di Commisso che però non ha mai affondato il colpo. Sensi ha delle doti tecniche uniche in grado di cucire il gioco tra i reparti e di vedere le imbucate dove gli altri non le vedono. Il problema sono gli infortuni. Un fisico troppo fragile. Sensi rimarrà all’Inter o cambierà aria per rimettersi in gioco, magari in prestito?

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button