Sensi e Sanchez cadono sul bagnato: Conte avrà mai una rosa profonda?

Articolo di
23 Ottobre 2020, 09:02
Sensi
Condividi questo articolo

Sensi e Sanchez ancora KO per problemi fisici. Il doppio forfait cade come pioggia su un terreno già bagnato dall’emergenza coronavirus. L’ex Sassuolo e il cileno sono due pedine chiave per consentire a Conte di ruotare gli interpreti. Nonostante gli sforzi fatti in estate, la rosa allrgata resta un miraggio per il tecnico nerazzurro

MALEDIZIONE –  Certi infortuni arrivano sempre nei momenti peggiori. Come se ci fossero periodi adatti per farsi male, risponderebbe qualcuno. Eppure, l’Inter sconquassata dalla COVID-19 avrebbe volentieri fatto a meno degli acciacchi di Stefano Sensi ed Alexis Sanchez. L’ex Sassuolo ha scontato la squalifica dopo il rosso contro la Lazio. La sua assenza nel derby aveva ridotto le alternative di Conte a gara in corso. Sensi è atteso da tempo sui livelli del settembre 2019. Per un motivo o per un altro, in prevalenza di carattere fisico-personale, il classe ’95 non è riuscito ad imporsi. Molti addetti ai lavori, nel post lockdown, l’avevano individuato come pedina da alternare a Christian Eriksen affinchè l’Inter mantenesse un buon livello di creatività sulla trequarti. Non è andata esattamente così, e anche Alexis Sanchez pare di nuovo fermo sull’uscio di un baratro.

PIOVE SUL BAGNATO – Insieme, il cileno e l’italiano, hanno raccolto solo 42 presenze nel corso della stagione passata. Anche Sanchez è stato martoriato dagli infortuni e l’uscita anticipata di mercoledì (contro il Borussia Monchengladbach) ha fatto scattare un nuovo campanello d’allarme. L’ex Manchester United, forse più dell’ex Sassuolo, è un’arma tattica fondamentale per consentire a Lautaro Martinez (o Romelu Lukaku) di tirare il fiato in un reparto con esigue alternative. Dopo un finale di stagione in crescendo, e le peripezie con lo United per il cartellino, il buon avvio di stagione l’aveva posto in rampa di lancio. Le fatiche con il Cile, in CONMEBOL, hanno riacceso i campanelli d’allarme. I muscoli di Sanchez sono sovraccarichi, come quelli di Sensi. Per Antonio Conte è un’altra secchiata d’acqua gelata su un pavimento già allagato.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.