Focus

Sensi azzardo pagato dall’Inter: cresce già un rimpianto dal mercato?

Sensi subisce l’ennesimo infortunio nella sua esperienza all’Inter. E il forfait del numero 12 rischia di far nascere un rimpianto in casa nerazzurra, guardando al recente mercato.

ALTRO STOPStefano Sensi si ferma ai box, per l’ennesima volta in appena due stagioni con la maglia dell’Inter. Nel primo biennio nerazzurro l’ex Sassuolo ha saltato già 39 partite. E l’infortunio patito in Sampdoria-Inter (vedi esito degli esami) rischia di far salire il conteggio: si parla di almeno un mese fuori. La società continua così a pagare l’azzardo di mercato che riguarda Sensi. Ossia il riscatto arrivato alla fine della prima stagione, dove di fatto ha giocato solo per il primo mese di stagione.

RIMPIANTO – A soli 26 anni Sensi fa già parte della categoria “miglior acquisto se”. Cioè è uno di quei giocatori che, se recuperati, possono valere quasi quanto un nuovo acquisto. Società e tifosi lo speravano all’inizio della stagione 2020/21, e si sono ritrovate nella stessa situazione in questi mesi. Tanto che l’Inter, avendo già sostituito de facto Christian Eriksen con Hakan Calhanoglu, non ha voluto fare uno sforzo ulteriore per arrivare a Nahitan Nandez. L’uruguaiano del Cagliari avrebbe portato forze fresche nella mediana nerazzurra, aggiungendo un’opzione di qualità all’arco di Simone Inzaghi. Ma la trattativa col club sardo, come di consueto, si è arenata su dettagli minimi. Vista la certificata (e rinnovata) inaffidabilità fisica di Sensi, i discorsi si apriranno in gennaio?

Sensi era un problema ieri, non si scopre oggi: l’Inter ha scelto di rischiare

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button