Focus

Sensi al fianco di Dzeko col Genoa. Ecco perché può essere vincente

Nell’ultima amichevole, complici gli infortuni di Lautaro Martinez e Martin Satriano, Simone Inzaghi ha schierato Stefano Sensi al fianco di Edin Dzeko. Contro il Genoa potrebbe riproporre questo tandem? Ecco perché Sensi tra le linee potrebbe far male ai rossoblù. 

PARTITA CHIUSA – Contro la Dinamo Kiev l’Inter ha dato spettacolo dalla metà campo in su. La scelta di schierare Sensi al fianco del neo arrivo Dzeko ha dato ottime risposte con i nerazzurri che hanno trovato qualità e geometrie imprevedibili a ridosso dell’area di rigore. Il primo gol dell’Inter che ha aperto la partita è uno spettacolo: tacco di Barella per Skriniar, palla di prima per Dzeko, servizio di tacco per Sensi che nuovamente di tacco smarca Barella che conclude l’azione con un piazzato di sinistro. Dzeko è ovviamente un attaccante centrale ma che sa giocare per e con la squadra capace di manovrare palla a terra. Sensi invece, schierato in quella zona, è molto più vicino alla porta e può essere letale (vedi articolo). Per lui, oltre all’assist, anche un gol nel secondo tempo. Perché Sensi potrebbe essere rischierato in quella zona contro il Genoa? Lautaro Martinez è squalificato (oltre che infortunato). Satriano è un giovane e sarebbe il suo esordio in Serie A (vedi articolo). E non va dimenticato come il Genoa, arrivando a San Siro, opterà per una partita molto guardinga. Sensi tra le linee potrebbe aprire spazi infilandosi alle spalle dei centrocampisti con i difensori che potrebbero far fatica a chiuderlo. Con spazio il centrocampista può trovare geometrie e assist decisivi. Contro una squadra chiusa, le fasce e gli spazi tra le linee sono fondamentali.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button