Focus

Sanchez, ennesimo infortunio con il Cile: l’Inter ora deve riflettere bene

Sanchez ha dovuto abbandonare il terreno di gioco durante Brasile-Cile di Copa América per l’ennesimo infortunio muscolare della sua carriera. La precaria tenuta fisica del numero 7 dell’Inter spinge a profonde riflessioni in vista della prossima stagione.

NUOVO PROBLEMA – Non c’è pace per Alexis Sanchez. Dopo aver saltato l’intera fase a gironi della Copa América per una lesione al polpaccio, è tornato in campo stanotte per il match dei quarti di finale contro il Brasile (vinto dai verdeoro, vedi articolo). La sua partita è però durata solo 45′ e ha dovuto lasciare il terreno di gioco all’intervallo. Sembrerebbe per una ricaduta proprio al polpaccio (vedi articolo). La carriera di Sanchez è stata segnata da continui acciacchi fisici, più o meno gravi, soprattutto nelle ultime stagioni. E spesso questi problemi lo colpiscono mentre è impegnato con la sua nazionale. Nel suo primo anno all’Inter, Sanchez deve addirittura operarsi per una lussazione del tendine peroneo lungo della caviglia sinistra. L’infortunio arriva durante l’amichevole Cile-Colombia, a seguito di un duro intervento dello juventino Juan Cuadrado. Operato a ottobre 2019, torna in campo a gennaio 2020.

SOSTITUZIONE – Anche il suo secondo anno all’Inter non va diversamente. Tanti problemi muscolari lo tengono spesso fermo ai box e gli impediscono di trovare un’accettabile continuità di rendimento. Diventa l’attaccante degli ultimi 20′ e poche volte riesce a partire titolare. Antonio Conte lo inserisce nei minuti finali quando c’è da sbloccare il risultato o tenere palla per aiutare la squadra a rifiatare. La sostituzione con Lautaro Martinez diventa un must in ogni match. Al termine della stagione, che vede l’Inter laurearsi Campione d’Italia, Sanchez mette insieme 38 presenze in tutte le competizioni, ma solo 1500′ giocati.

QUARTA PUNTA – Ora la società nerazzurra deve riflettere bene sul futuro di Sanchez. Il suo alto ingaggio rende difficile ogni velleità riguardo a possibili cessioni, ma il suo status all’interno della rosa deve essere valutato con attenzione. Troppo incerta la sua tenuta fisica. Troppo incostante il suo apporto in termini numerici. La qualità non è in discussione, il talento cristallino rimane lo stesso messo in mostra fin dai tempi di Udine. Il rischio è però quello di ritrovarsi di nuovo con Lautaro Martinez e Romelu Lukaku senza alternative in momenti chiave della stagione. L’arrivo di un nuovo attaccante di buon livello, permetterebbe di far rifiatare i due titolari e avere un’ottima alternativa anche a partita in corso. Non solo, farebbe anche scalare Sanchez al ruolo di quarto, giustificandone così il minutaggio (ma non l’ingaggio).

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button