Focus

Sanchez, dal mercato alla titolarità: Inzaghi ha un’arma in più

Alexis Sanchez, fino a poche settimane fa, sembrava ormai destinato a un addio quasi certo nel mercato di gennaio. Nelle ultime partite, però, il cileno si è dimostrato un’utile freccia in più all’arco di Simone Inzaghi, che dovrà ancora fare affidamento su di lui già da Bologna.

MERCATO E TITOLARITÀ – Alzi la mano chi ricorda il post polemico di Alexis Sanchez dopo Sassuolo-Inter. Quella famosa immagine di una Lamborghini, con la quale il cileno lasciava intendere di non essere valorizzato quanto avrebbe meritato. Poi, l’ennesimo infortunio con la nazionale cilena. Il tutto lasciava ormai presagire un addio quasi certo a gennaio. Poi, nell’ultimo mese, la svolta. Con ben due partite in cui il giocatore è partito da titolare, ripagando anche la fiducia di Simone Inzaghi. La prima, contro il Cagliari. La seconda, contro la Salernitana. Andando in rete entrambe le volte.

Sanchez, dal mercato alla titolarità. Gennaio mese decisivo

SCELTE – Se prima il mese di gennaio avrebbe significato soltanto il mercato per Alexis Sanchez (con le voci, settimane fa, di un suo ritorno al Barcellona dato ormai praticamente per fatto), ora può essere il mese della sua ri-conferma. Già a partire da giovedì. Perché la positività di Edin Dzeko al COVID-19 apre nuove strade per l’attacco nerazzurro. Dove sicuramente mancherà Hakan Calhanoglu causa squalifica, impedendo di fatto a Simone Inzaghi di riproporre il 3-4-1-1 con il turco alle spalle di Lautaro Martinez. Mentre le condizioni di Joaquin Correa restano ancora da valutare (vedi ultime). Ecco allora che per Sanchez si spalancano nuovamente le famose sliding doors. Dal mercato alla titolarità. Ora è tutto nelle sue mani. O meglio, nei suoi piedi.

 

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button