Dal Real Madrid all’Inter: Hakimi, tanti precedenti di lusso

Articolo di
2 Luglio 2020, 20:13
Condividi questo articolo

Ora è ufficiale: Achraf Hakimi è un nuovo giocatore dell’Inter (vedi articolo). L’esterno marocchino arriva a titolo definitivo dal Real Madrid. Una cessione che fa molto discutere alcuni addetti ai lavori: a suscitare dubbi è l’apparente facilità con cui le merengues se ne liberano. Tuttavia Hakimi è solo l’ultimo di tanti passeggeri di lusso sull’asse Madrid-Milano, sponda nerazzurra. Ecco i precedenti più illustri.

TRENO – Con l’acquisto di Achraf Hakimi, l’Inter e Antonio Conte imprimono un’accelerazione potenzialmente dirompente alle corsie laterali nerazzurre. L’esterno marocchino ex Borussia Dortmund porta in dote tanta corsa, ma anche peso in attacco: 12 gol e 17 assist nelle due stagioni in giallonero. Numeri che, uniti alla giovane età (compirà ventidue anni a novembre), proiettano Hakimi tra i migliori prospetti nel ruolo di laterale destro. Tuttavia, quest’operazione conclusa da Inter e Real Madrid (proprietario del cartellino) perplime molti addetti ai lavori. A far nutrire dubbi è la facilità con cui i blancos lasciano partire un talento come Hakimi. Eppure, non è la prima volta che il Real Madrid vende talenti, anche giovani, senza strappare offerte monstre alla controparte. E diverse volte è successo proprio con l’Inter seduta dall’altra parte del tavolo. Ecco i precedenti più celebri.

CUCHUEsteban Cambiasso è il caso più straordinario di talento lasciato andare dal Real Madrid nell’indifferenza generale. Nelle merengues l’argentino era vittima di un equivoco tattico. Giunto dall’Argentina con scritto “trequartista” alla voce “ruolo” nella carta d’identità, non è mai riuscito a integrarsi nel Real di inizio secolo. E infatti, quando passa all’Inter, Roberto Mancini sceglie di arretrarlo nella posizione di mezzala, svoltandone la carriera. Arrivato addirittura a parametro zero nell’estate 2004, Cambiasso ha letteralmente scritto la storia dell’Inter. Per il Cuchu 10 stagioni in nerazzurro, per un totale di 431 presenze, 51 gol, 15 trofei e un posto eterno nel cuore dei tifosi.

IL MUROWalter Samuel passa dal Real Madrid all’Inter l’estate successiva. Stavolta gli spagnoli chiedono un ritorno economico: il difensore ex Roma è in uscita dopo una sola stagione, dove ha brillato meno del previsto. Passa quindi in nerazzurro per appena 16 milioni di euro, e inizia a costruire il suo muro anche al centro della retroguardia nerazzurra. Per lui 9 anni in nerazzurro (236 presenze e 17 reti) in cui vince tutto, componendo assieme a Lucio una delle coppie centrali più forti della storia dell’Inter.

IL DIECI – Prima di Christian Eriksen, l’ultimo vero trequartista ad aver indossato i colori nerazzurri è stato Wesley Sneijder. Il numero 10 olandese arriva a Milano dopo una lunga trattativa conclusasi poche ore prima del termine del calciomercato. Sneijder arriva all’Inter per 15 milioni di euro, e si presenta nel migliore dei modi. Dopo appena due giorni scende in campo, titolare con la 10, contro il Milan: una prestazione stellare dell’olandese, a cui bastano 74 minuti per fugare ogni dubbio. In nerazzurro gioca solo tre stagioni e mezzo, lasciando un ricordo indelebile. Particolare curioso: nel 2009 il Real Madrid cede lui e Arjen Robben per fare posto a Cristiano Ronaldo. A fine stagione in finale di Champions League ci saranno però proprio Sneijder e Robben: sappiamo benissimo chi vinse.

ALTRI – I tre sopracitati sono solo i tre precedenti più illustri di giocatori scaricati troppo velocemente dal Real Madrid in favore dell’Inter. Ma dell’elenco fanno parte anche altri campioni del passato, in primis Luis Figo. Il portoghese arriva a parametro zero nell’estate 2005, a 33 anni suonati. Un viale del tramonto che in nerazzurro assume colori bellissimi, durando quattro anni, 141 gare e 11 gol. Da non dimenticare poi Ivan ZamoranoBam Bam arriva nel 1996 per appena 4 miliardi, rimane cinque anni e regala 41 reti ai tifosi nerazzurri. Da citare anche Clarence Seedorf, il più costoso di tutti i giocatori menzionati finora. L’olandese arriva in nerazzurro nel mercato invernale del 1999/00 per la cifra di 45 miliardi di lire. Infine, ricordiamo anche Christian Panucci e Santiago Solari, sebbene siano le loro esperienze siano meno incisive. La sensazione è che Achraf Hakimi non rientrerà in quest’ultimo gruppo.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE