Focus

Real Madrid-Inter, l’efficienza al servizio della qualità fa la differenza

Real Madrid-Inter finisce 2-0, lasciando i nerazzurri al secondo posto del girone D di Champions League. A fare la differenza per le merengues sono qualità e soprattutto efficienza.

NUMERI EQUILIBRATI – Rileggendo Real Madrid-Inter attraverso le statistiche, si ha l’ulteriore conferma di una gara tendenzialmente equilibrata. La squadra di Simone Inzaghi si presenta allo stadio Santiago Bernabeu con lo stesso approccio dell’andata, affrontando i blancos a testa alta e viso aperto. Ed ecco perché la partita si conclude con le stesse percentuali di possesso palla, e quasi con lo stesso numero di tiri: anzi, i nerazzurri hanno due conclusioni in più addirittura. Tuttavia la differenza sta nei dettagli.

Real Madrid-Inter: numeri e dati da interpretare

QUALITÀ MINIMALE – Il Real Madrid batte l’Inter e cementa il primo posto nel girone senza sbattersi troppo. A Carlo Ancelotti è infatti sufficiente gestire Marcelo Brozovic (ancora il migliore in campo), ringraziare la coppia d’attacco avversaria per la serata no (vedi nota tattica) e affidarsi alle fiammate di qualità dei suoi. Toni Kroos nel primo tempo e Marco Asensio nel secondo piazzano due colpi da biliardo che fissano il punteggio sul 2-0, e tanto basta. Nonostante, sempre secondo le statistiche, i nerazzurri siano stati più pericolosi.

MASSIMA EFFICIENZA – Secondo FBref, infatti, l’Inter chiude la gara con 1,2 expected goals (xG), a fronte dello 0,9 del Real Madrid. Un dato apparentemente complicato ma che in realtà si può tradurre in modo piuttosto semplice: gli spagnoli sono stati più efficienti. E questo nonostante le occasioni più ghiotte della gara capitino sui piedi di Nicolò Barella e Ivan Perisic, mentre tra le merengues il tiro più pericoloso è quello di Rodrygo che finisce sul palo. Non è certo la prima volta che ai nerazzurri si contesta la concretezza sotto porta, tuttavia questa gara è la cartina di tornasole rispetto a quella di Roma. Sbloccare velocemente la partita permette agli uomini di Inzaghi di affrontare diversamente (e meglio) i 90 minuti. E se gli avversari hanno giocatori (in campo e in panchina) di qualità più elevata, segnare per primi diventa ancora più necessario.

Statistiche Real Madrid-Inter: i numeri raccontano un’altra partita

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh