Focus

Raspadori, il funambolo ideale per l’Inter di Inzaghi: operazione da anticipare

Raspadori è il fenomeno del momento. Con la convocazione a Euro 2020, il classe 2000 azzurro si è di fatto preso la scena in Italia con stampa e tifosi in visibilio per un talento cristallino pronto a esplodere. Il Sassuolo e De Zerbi gli hanno permesso di ritagliarsi un ruolo da protagonista nella Serie A appena conclusa. E l’Inter lo sa.

LA CRESCITA –  Giacomo Raspadori, come detto, è stato l’ennesimo capolavoro del Sassuolo targato Roberto De Zerbi. Il tecnico volato in Ucraina sulla panchina dello Shakhtar Donetsk ha lanciato nei neroverdi tanti giovani talenti, Manuel Locatelli su tutti. Raspadori quest’anno ha avuto anche la fortuna di giocare molte più partite degli anni precedenti visto l’infortunio dell’attaccante titolare, Francesco Caputo. Di fatto quest’ultimo non è mai stato a disposizione nel finale di stagione e questo ha permesso a Raspadori di mettersi in luce.

L’AFFERMAZIONE – Per il piccolo centravanti sono 27 le presenze (13 da titolare, 14 da subentrante) nel massimo campionato concluso a giugno condite da 6 reti e 3 assist. Un giocatore rapido e che fa della qualità tecnica il suo punto di forza. Iconica la doppietta realizzata contro il Milan a San Siro che di fatto ha spianato la strada all’Inter per lo scudetto portando il Sassuolo a vincere 2-1 contro i rossoneri. Il banco di prova decisivo è stato l’Europeo disputato dall’attaccante neroverde con la Nazionale Under-21. Nella fase a gironi ha disputato tre partite, due da subentrante e una da titolare dove, in 72 minuti giocati, ha timbrato il cartellino. Roberto Mancini qui ha deciso di portarlo a Euro 2020 con la Nazionale maggiore tenendolo sott’occhio anche nell’ultima sfida dell’Under-21 giocata contro il Portogallo ai quarti di finale.

Il piano per Raspadori dell’Inter

OBIETTIVO NERAZZURRO – Raspadori, vista anche la situazione fisica precaria di Alexis Sanchez (vedi articolo), potrebbe essere la pedina chiave del mercato nerazzurro. Al momento le due società ne hanno parlato ma di concreto non c’è ancora niente. Possibile che l’Inter decida di bloccarlo in ottica 2022 lasciando crescere un altro anno a Sassuolo dove sarà sicuramente uno dei protagonisti. Anticiparne l’acquisto sarebbe fondamentale, oggi. Di certo, vista la situazione attuale, un funambolo simile tornerebbe da subito utile a Simone Inzaghi in attacco.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button