Focus

Rapid Vienna-Inter, Europa League: ecco cosa c’è da sapere sugli austriaci

Rapid Vienna-Inter è la partita che questo pomeriggio apre i sedicesimi di finale di UEFA Europa League per quanto riguarda i nerazzurri, con la gara di ritorno che si giocherà giovedì 21 febbraio alle ore 21 al Meazza (vedi accoppiamenti). Questa la presentazione della formazione avversaria.

NON AL MEGLIO PER RAPID VIENNA-INTER – Stasera si giocherà Rapid Vienna-Inter per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League e bisognerà capire lo stato di forma degli austriaci, che non giocano una partita ufficiale da due mesi e hanno chiuso malissimo il 2018. Il Rapid Vienna, nell’ultimo impegno dello scorso anno, è stato sconfitto addirittura per 6-1 in casa dell’Austria Vienna nella diciottesima giornata della Bundesliga austriaca (domenica 16 dicembre), andando in gol per il momentaneo 1-1 con Marvin Potzmann al 29′ ma subendo poi l’imbarcata da parte dei rivali cittadini. Gli avversari odierni dell’Inter, allenati dall’ex centrocampista Dietmar Kuhbauer (partecipò con l’Austria ai Mondiali del 1998), in campionato si trovano all’ottavo posto su dodici squadre, con venti punti frutto di cinque vittorie, altrettanti pareggi e otto sconfitte, e nel weekend giocheranno soltanto in coppa nazionale (la OFB-Cup) contro l’Hartberg per i quarti di finale, domenica alle ore 17.15 sempre all’Allianz Stadion, perché la Bundesliga ripartirà solo dopo il match di ritorno al Meazza.

IL PERCORSO EUROPEO PRIMA DI RAPID VIENNA-INTER – Nel Gruppo G della fase a gironi di Europa League il Rapid Vienna ha chiuso al secondo posto, a pari punti (dieci) con il Villarreal ma finendo dietro agli spagnoli per gli scontri diretti sfavorevoli (sconfitta per 5-0 in Spagna il 25 ottobre e pareggio per 0-0 in casa due settimane più tardi), conquistando l’accesso ai sedicesimi giovedì scorso grazie alla vittoria per 1-0 sui Rangers nell’ultima giornata, giovedì 13 dicembre. In rosa c’è anche un ex Inter: si tratta di Christoph Knasmullner, trequartista classe 1992 che passò per la Primavera nerazzurra nella stagione 2010-2011 senza però riuscire a essere confermato né tantomeno esordire in prima squadra, proseguendo poi la sua carriera in Germania, è il miglior marcatore dei biancoverdi con sette gol in ventotto presenze contando tutte le competizioni. Uno il precedente e piuttosto positivo: nei trentaduesimi di finale di Coppa UEFA il Rapid Vienna vinse 2-1 all’andata (19 settembre 1990) subendo però la rimonta dell’Inter a Verona (in campo neutro) il 3 ottobre dello stesso anno, con il gol di Jurgen Klinsmann ai tempi supplementari che qualificò la squadra di Giovanni Trapattoni poi vincitrice del torneo (vedi articolo). Rapid Vienna-Inter di oggi sarà quindi la terza partita fra le due squadre, con bilancio fin qui in assoluta parità.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh