Pirola, l’esordio con la SPAL è il primo passo: Conte crede in lui

Articolo di
18 Luglio 2020, 09:00
Condividi questo articolo

In SPAL-Inter è arrivato l’esordio assoluto per Pirola. Difensore, classe 2002, talento riconosciuto anche a livello azzurro. E soprattutto con gli occhi di Conte addosso.

CAMBIO SIGNIFICATIVO – Minuto 79 di SPAL-Inter, Conte con la partita ormai chiusa chiama un cambio (in realtà più di uno viste le nuove regole, ma uno ci interessa). Fuori il numero 87 Candreva, dentro il numero 31 Pirola. Una mossa che può sembrare di poco conto, ma che in realtà contiene diversi temi da sviscerare.

TALENTO NAZIONALE – Lorenzo Pirola è un difensore mancino classe 2002. Come Esposito, a segnalare un’annata di grande qualità del vivaio nerazzurro. Il giovane è da anni una colonna delle squadre Under e a testimoniare il suo valore ci sono diverse convocazioni nelle altre Under, quelle dell’Italia, azzurre senza il nero. Questo è il primo passo per capire i motivi dell’esordio. Da anni a livello giovanile è uno dei migliori, a livello nazionale. Ma oltre alla qualità generale c’è una stima specifica. Quella di Antonio Conte in persona.

ESORDIO CON LA SPAL – Il tecnico la scorsa estate ha portato Pirola in ritiro per saggiarne la stoffa. Ed è rimasto impressionato. In questa stagione lo ha fatto allenare coi grandi, lo ha plasmato e fatto crescere con calma. Aspettando l’occasione giusta per lui. Con la SPAL si sono materializzate le condizioni adatte e Conte non si è fatto pregare. Dentro proprio il giovane negli ultimi minuti, per il suo esordio assoluto. Questa è la heatmap di Pirola in SPAL-Inter presa da Sofascore:

SPAL-Inter Pirola heatmap

SPAL-Inter Pirola heatmap

Abbiamo detto difensore centrale, mancino. Conte infatti lo ha schierato sulla sinistra del suo modulo a tre. Al posto di Bastoni, per capirci. E Pirola ha mostrato di aver recepito gli insegnamenti che gli sono stati impartiti nel corso della stagione. Non una cosa scontata per un giocatore abituato a giocare a quattro, da centrale. Con una gestione del pallone diversa. Il report della Lega Serie A parla di 8 palloni toccati con 7 passaggi. Un campione ridotto, ma una dimostrazione di personalità. Oltre che di una prima evoluzione, arrivata grazie agli allenamenti coi grandi.

FUTURO INTERESSANTE – Nel post partita il giovane ha manifestato tutta la sua gioia per l’occasione avuta, speciale in particolare per un tifoso nerazzurro vero. Anche l’attaccamento alla maglia, quello vero, non fa mai male. Tutto fa pensare sia solo il primo passo. Pirola ha giocato senza paura, mettendo in mostra anche un fisico già sviluppato per la sua età. Gli elementi per credere nel suo talento insomma ci sono tutti. Compresa la supervisione di Conte.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.