Focus

Oggi torna Perisic. Inzaghi lo attende ma occhio al mercato

Quest’oggi rientrerà a Milano dopo le ferie estive (e la positività al Covid-19) Ivan Perisic. Il croato è l’ultimo titolare della fascia nerazzurra rimasto a Milano dopo gli addii di Achraf Hakimi e Ashley Young. Simone Inzaghi lo attende ma la questione rinnovo del contratto si fa sempre più ingombrante. 

SECONDA VITA – Perisic, dopo il primo anno di Antonio Conte dove fu mandato in prestito al Bayern Monaco perché non ritenuto adatto a giocare a tutta fascia a sinistra (vinse un triplete in Germania, nd), la passata stagione si è messo a testa bassa e ha lavorato per giocarci in quel ruolo. Perisic è diventato un’arma, la chiave di Conte che ha rimpiazzato un Young in evidente calo prestazionale con una freccia abile a usare entrambi i piedi e brava nelle due fasi. Quest’anno Inzaghi su quella corsia ha anche Dimarco (vedi articolo) ma sulla carta il croato dovrebbe partire avanti. Il tecnico oggi lo vedrà per la prima volta, come riporta ‘TuttoSport’, con il croato che torna a Milano in giornata mettendosi a disposizione da domani.

PROBLEMA RINNOVO – Il problema di Perisic sostanzialmente è solo uno: il rinnovo del contratto. L’esterno infatti vede il suo contratto andare in scadenza il prossimo giugno con l’Inter che a quel punto lo perderebbe a zero. Qual è la volontà dell’Inter? I nerazzurri vivono una situazione societaria non semplice con il monte ingaggi costantemente da monitorare. Al momento Perisic percepisce 5 milioni di euro netti all’anno e un eventuale rinnovo ritoccherebbe questa cifra. Se Dimarco dovesse ben comportarsi e convincere Inzaghi nella prossima stagione, l’Inter potrebbe seriamente pensare di lasciare andare Perisic (vedi articolo) per puntare sul suo canterano. Altrimenti servirà andare sul mercato con Marcos Alonso primo nome della lista per sostituire Perisic già in questa sessione.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button