Nota tattica di SPAL-Inter: poco controllo e fasce abbandonate

Articolo di
9 ottobre 2018, 11:00
SPAL-Inter

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter. Dopo SPAL-Inter parliamo dei problemi di schieramento.

POCO CONTROLLO – Contro la SPAL l’Inter non è stata in grado di mantenere il controllo della partita tranne che per brevi periodi. I padroni di casa leggendo i dati della Lega Serie A hanno superato i nerazzurri in tante anzi troppe voci statistiche.

NUMERI – La SPAL ha tenuto il 51% di possesso palla, prodotto 9 tiri di cui 6 in porta, realizzando più passaggi degli uomini di Spalletti (401 contro 364). Dato significativo in cui invece primeggia l’Inter quasi doppiando i padroni di casa è quello dei passaggi lunghi, 37 contro 19. Il motivo è da ricercarsi dall’intenso pressing dei giocatori di Semplici che ha dato parecchi grattacapi. Attenzione però: la sensazione comune è che i biancoazzurri abbiano corso come pazzi. Invece a km percorsi vince l’Inter 108,511 contro 106,931.

PROBLEMA DI SCHIERAMENTO – In ogni caso la formazione di Spalletti ha sofferto. Anche troppo. E un motivo è di sicuro dato dallo schieramento tattico. Guardando le posizioni medie col possesso alla SPAL si vede come gli esterni offensivi siano rimasti molto stretti:

Questo ha abbandonato i due terzini, Vrsaljko e Asamoah, alle scorribande degli avversari. Non a caso Lazzari è stato il migliore della SPAL, Fares ha fatto assist e i due nerazzurri sono risultati tra i peggiori.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE