Nota tattica di Sassuolo-Inter: de Vrij regista aggiunto

Articolo di
21 ottobre 2019, 08:29
Stefan de Vrij Tottenham-Inter

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter. Dopo Sassuolo-Inter parliamo dell’aiuto di de Vrij in impostazione. 

AIUTO IN REGIA –La partita col Sassuolo non è stata semplice per l’Inter. Al di là del finale concitato i neroverdi hanno messo in difficoltà gli uomini di Conte anche nel primo soprattutto sul piano della costruzione del gioco. Tra pressing e coperture De Zerbi è stato abile a togliere a Brozovic le opzioni più comode, togliendo così molta verve alla manovra nerazzurra. Senza Sensi, che in questi mesi è stato aiutante preziosissimo, è stato de Vrij a fare un passo in avanti e aiutare il croato a costruire.

POSIZIONE PIU’ ALTA – De Vrij è un centrale molto abile nell’impostazione del gioco, praticamente un regista aggiunto, capace di interpretare il ruolo in un modo che Conte apprezza molto come dimostra la carriera di Bonucci. Contro il Sassuolo è dovuto andare oltre il suo pur ottimo lavoro consueto. Questa è la mappa dei suoi passaggi, presa da StatsZone:

Con 43 passaggi è stato il secondo della squadra dietro a Bastoni, superando anche Brozovic che di solito è il dominatore della statistica. L’olandese si è alzato anche come posizione in campo, giocando di media più avanzato delle sue abitudini, per portare palla più avanti e cercare linee di passaggio. Anche con laser pass a rompere le linee avversarie. L’esempio più lampante è nell’assist a Lukaku. Brozovic lo serve in zona centrale e lui va di fatto a svolgere il compito di un centrocampista.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE