Nota tattica di Psv-Inter: Spalletti vede una nuova forza mentale

Articolo di
4 ottobre 2018, 11:10
Spalletti

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter. Dopo Psv-Inter parliamo della forza mentale della squadra.

APPROCCIO OTTIMO – L’Inter nella prima trasferta in Champions League da tempo immemore ha preso il controllo del gioco con autorità ammirevole, forse addiritura inaspettata. Quantomeno per un gruppo con così poca esperienza, con uno degli uomini di maggiore esperienza come Miranda in panchina.

CONTROLLO DEL GIOCO – I nerazzurri hanno chiuso secondo i dati di Whoscored con praticamente il 59% di possesso, superando gli avversari per quasi 200 passaggi (552 contro 371, con anche una migliore percentuale di realizzazione). Gli uomini di Spalletti insomma sono andati in Olanda per condurre la partita, ci sono riusciti e i dati lo testimoniano. E il Psv nonostante non sia tra le top europee è comunque squadra campione nazionale con esperienza europea, che in questa stagione aveva perso solo col Barcellona al Camp Nou.

MENTALITA’ – La principale nota positiva che Spalletti può ricavare dalla prima trasferta in campo europeo riguarda la personalità della sua squadra. Oltre a tenere il possesso, l’Inter ha prodotto 24 tiri, di cui 8 in porta. La squadra ha continuato a macinare gioco anche dopo il gol dell’1-0. Come convinta che, prima o poi, qualcosa dal cilindro sarebbe uscito. Per un gruppo che poche settimane fa dava l’impressione di rassegnarsi in una partita a San Siro contro il Parma, un salto di qualità importante a livello mentale.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE