Nota tattica di Lazio-Inter: Candreva perso per il campo

Articolo di
24 maggio 2018, 16:52

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter, meglio se qualcosa di sommerso o particolare. Dopo Lazio-Inter parliamo del ruolo di Candreva.

DIFFICOLTA’ – Nella straordinaria vittoria dell’Inter sulla Lazio una delle note più stonate è venuta dal grande ex Antonio Candreva. Il numero 87 ha vissuto in generale una stagione difficilissima, probabilmente la peggiore dall’esordio in Serie A, ma in particolare contro i biancocelesti si è dimostrato incapace di fornire un contributo positivo alla squadra. Spalletti negli ultimi mesi ha modificato l’assetto tattico dell’Inter, varando una difesa a tre e mezzo e affidando la fascia destra a Cancelo. Candreva avrebbe così dovuto agire più accentrato, aiutando Icardi ad accupare l’area, cosa che avrebbe anche dovuto permettergli di trovare la prima rete stagionale, ma senza il riferimento della sua amata linea laterale si è totalmente perso, finendo sempre più a fondo nel suo personale tunnel. La partita con la Lazio ha confermato la sua inadeguatezza a coprire questo ruolo.

POSIZIONE STRANA – Dal sito della Lega Serie A queste sono state le posizioni medie coperte dai giocatori dell’Inter contro la Lazio:

Risulta subito evidente che la posizione del numero 87 ha qualcosa che non va. Ok muoversi, ok svariare, benissimo non intasare la fascia destra per dare libertà a Cancelo (scelta, tra l’altro, dovuta anche all’incapacità di Candreva di dialogare col portoghese), ma trovarsi di media più centrale di Rafinha, addosso a Perisic, formando una strana formazione col doppio esterno destro di piede sulla fascia sinistra magari è un po’ troppo.
Dal sito Whoscored vediamo la heathmap dei suoi movimenti:

A destra si è trovato per lo più basso, sulla linea di metà campo, mentre a sinistra ha agito nelle zone di influenza in teoria di Perisic. Niente in area, ovviamente. Un’interpretazione quantomeno confusionaria.






ALTRE NOTIZIE