Nainggolan e gli eccessi extra-campo, un problema da gestire

Articolo di
7 luglio 2018, 10:33
Radja Nainggolan Inter

Radja Nainggolan non è un giocatore qualunque, ma la definizione vale tanto per il suo rendimento in campo quanto per i suoi atteggiamenti fuori dal campo. La gestione della sfera privata del ragazzo è un aspetto importante.

DENTRO E FUORI DAL CAMPO – Si è detto e scritto tanto dell’apporto che può dare, ma un aspetto sottovalutato dell’arrivo di Radja Nainggolan all’Inter è il suo comportamento fuori dal campo. Il belga è noto infatti anche per i suoi eccessi: basta pensare al notissimo video del suo ultimo capodanno. Fino ad ora questa condotta sregolata non ha mai interferito col suo rendimento in campo, ma questo non significa che la questione non vada soppesata attentamente.

NUOVA REALTA’ – Per far suonare il campanello d’allarme in tutto il mondo nerazzurro un esempio è arrivato subito, prima ancora del ritiro estivo. Luciano Spalletti, primo secondo e terzo sponsor dell’arrivo di Nainggolan, ovviamente conosce il giocatore e soprattutto il ragazzo a fondo e se tanto ha insistito per averlo ha di sicuro un’idea di come gestirlo. Lo stesso, vanno presi alcuni accorgimenti, perché il cambio di realtà da Roma a Milano può pesare nell’equilibrio psicofisico del belga. L’esposizione mediatica e l’attenzione riservata al mondo nerazzurro infatti è diversa, anche perché Nainggolan a Roma era ormai ambientato e viveva in un suo microcosmo in cui molte cose venivano ignorate o perdonate sul nascere. Bisogna considerare le potenziali ripercussioni per non disperdere un patrimonio tecnico.