Focus

Lukaku già meglio di Ronaldo con l’Inter? Facciamo chiarezza con i numeri

Lukaku e Ronaldo hanno numeri molto simili con la maglia dell’Inter. E già emerge la tendenza a incoronare il migliore tra i due. Analizziamo le statistiche dei due centravanti nerazzurri.

NUMERI SORPRENDENTI – Si dice che la matematica non sia un’opinione, pertanto i numeri aiutano ad avere una visione oggettiva di una determinata situazione. E applicandoli a Romelu Lukaku viene difficile non vederla così. Da quando indossa la maglia dell’Inter, il numero 9 belga ha segnato 60 gol in 86 presenze coi nerazzurri. Una media di 0,70 gol a partita. E continua a infrangere record su record, come quello arrivato l’altra sera dopo il gol al Bologna. O quello nella scorsa stagione in Europa League, dove segna in tutte le partite, realizzando 7 gol nella fase a eliminazione diretta. E i paragoni con un grande ex del passato vengono quasi naturali.

UN PASSO INDIETRO – Proprio con il gol di Bologna, infatti, Lukaku supera Ronaldo come reti in maglia nerazzurra. Con l’Inter, il Fenomeno brasiliano ha segnato 59 gol in 99 presenze (media di 0,59), uno in meno del belga con 13 gare in più. E ha pure un assist in meno: Lukaku è quota 13, il brasiliano si ferma invece a 12. L’attuale numero 9 ha anche un gol in più in Coppa Italia (4 contro 3), uno in più in Coppa UEFA/Europa League (7 a 6) e ben cinque in più in Champions League (6 a 1). Ronaldo è tuttavia a 49 reti in Serie A, contro le 43 di Lukaku. Con la differenza che il belga le ha segnate in meno di due stagioni, il brasiliano in quattro. In sintesi, i numeri premiano in tutto e per tutto Big Rom.

DIFFERENZE – Come spesso si dice, tuttavia, il calcio non si può racchiudere solo nei freddi numeri. Lukaku raggiunge Ronaldo anche come bottino realizzativo alla prima stagione con l’Inter. Entrambi firmano 34 gol (il brasiliano con quattro gare in meno), tuttavia la prima stagione nerazzurra del Fenomeno si conclude con un trofeo, la Coppa UEFA 1997/98. A cui Lukaku si avvicina appena, vista la sconfitta col Siviglia nella finale dello scorso anno. Ed è proprio un titolo che manca al belga per suggellare queste prime due straordinarie stagioni con l’Inter. Tralasciando poi le differenze tecniche: al di là di numeri e palmarès, la stagione 1997/98 di Ronaldo è un picco difficilmente raggiungibile nella storia.

SCELTA FINALE – Come fare quindi a stabilire chi sia meglio, tra Lukaku e Ronaldo? La risposta è semplice: non è necessario scegliere. Entrambi sono tra i più amati centravanti della storia recente (e non solo) dell’Inter. L’unica cosa che conta è che anche i numeri del belga possano presto tradursi nella vittoria di un titolo, perché nel calcio nulla conta più del presente.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button