Lukaku e un nuovo modo di segnare: Conte lo attiva in modo diverso

Articolo di
22 Ottobre 2020, 11:06
Romelu Lukaku Romelu Lukaku
Condividi questo articolo

Lukaku è l’elemento centrale dell’attacco dell’Inter. Conte però in questa stagione ha nettamente cambiato il modo di servirlo. Sei indizi fanno una prova.

LUKAKU EMBLEMA – L’Inter in questa stagione ha cambiato il suo modo di attaccare. E per capirlo c’è un dato piuttosto evidente. Romelu Lukaku, che è e resta il bomber principale della squadra, ha segnato 6 reti, tutte con una dinamica più che simile praticamente identica. Che però nel 2019-2020 non si era mai vista.

GOL DIVERSI – Lukaku viene da una stagione da 34 gol. Di tutti questi però ne troviamo solo 3 (con Parma, Bologna all’andata, Bologna al ritorno) che possano essere considerati simili come dinamica ai 6 di quest’anno. E di questi solo uno viene da una giocata precisa, assimilabile veramente a quelli visti fino ad oggi nel 2020-2021. Quello coi gialloblù su cross basso di Candreva. Gli altri hanno una certa dose di casualità. Sei indizi, sei fatti. Decisamente non fortuiti ma figli di scelte precise di Conte. Una cosa che tra l’altro il numero 9 ha già vissuto, nel suo trasferimento dall’Everton allo United.

NUOVA VIA – In generale la prima differenza da sottolineare è che nel suo primo anno Conte ha sempre cercato di attivare Lukaku in verticale, fronte alla porta Servendolo appunto con palloni verticali possibilmente a terra. Anche quando l’Inter manovrava nelle immediate vicinanze dell’area avversaria. In questo secondo anno invece il belga gioca principalmente spalle alla porta, e nelle occasioni in cui ha segnato è sempre stato rifornito coi cross, ben dentro il cuore dell’area. Per pura coincidenza anche il gol su angolo per il 2-2 col Borussia Moenchengladbach è arrivato di piede e dentro l’area piccola. Una cosa non esclude l’altra, sia chiaro, e probabilmente rivedremo il Lukaku verticale e travolgente dello scorso anno. In generale però l’idea della squadra è sempre di allargare il gioco, per poi cercare la palla dentro, sia con gli esterni che sugli inserimenti di altri giocatori. E questo un anno fa non succedeva in modo tanto insistito. Sei indizi fanno una prova: Conte ha cambiato le sue idee prioritarie in attacco.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.