L’Inter e le partite dentro la partita: Conte vive un ottovolante in 90′

Articolo di
10 Luglio 2020, 10:02
Condividi questo articolo

Ieri, contro il Verona, ennesima rimonta subita: la seconda consecutiva dopo quella interna col Bologna di domenica scorsa. L’Inter è in preda a un’involuzione psicologica e durante la partita non riesce ad avere una linearità di rendimento. Sembra quasi utopia calcistica, ma Antonio Conte pagherebbe oro pur di avere una squadra emotivamente stabile e lucida in tutti i momenti della gara

SOLITA STORIA – L’Inter continua a macinare punti persi da situazioni di vantaggio. Adesso sono diventati 20, un numero che circola da qualche giorno con insistenza e che spingerà Antonio Conte a riflettere. Soltanto Brescia e Torino hanno fatto peggio dei nerazzurri in questa particolare classifica. Difficile, se non impossibile, costruire una squadra in grado di dominare, o quantomeno gestire, i diversi momenti della partita con intensità e lucidità dosate. Ma l’Inter ormai è preda di un’instabilità congenita che la porta a vivere partite diverse dentro gli stessi novanta minuti. Il risultato finale prende sempre una piega differente rispetto ai piani iniziali. L’imprevedibilità è un po’ il sale di questo gioco. Se non fosse che le partite dei nerazzurri hanno assunto le sembianze di montagne russe tanto imprevedibili, quanto clamorosamente scontate nel loro finale drammatico.

VALUTAZIONI – All’Inter manca serenità, e questo si era capito abbastanza facilmente. Ma la squadra è ormai preda delle sue stesse schizofrenie. Il ciclo di “partite abbordabili” rischia di rovinare stagione e progetto. Partite come quella col Sassuolo, o come quella col Bologna, esprimono tutta l’insicurezza, e la scarsa consapevolezza dei propri mezzi, di una squadra che nella prima metà di stagione era piaciuta proprio per questo. Cioé per la capacità di andare dritta al punto, ottenendo l’obiettivo in qualunque modo. C’è una fase regressiva in atto, nel gioco e nei risultati come nelle motivazioni. Conte l’ha capito da tempo ma certe dinamiche sfuggono anche alla sua comprensione. Il tecnico sprona i suoi calciatori da inizio anno e ha approcciato la sfida Inter con la solita mentalità vincente. Forse la sua Inter, in questo momento, avrebbe bisogno di sedersi un attimo e rifiatare, valutando con lucidità il da farsi.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.