L’Inter di Conte è cambiata ed è tornata una fucina di cross, ecco i numeri

Articolo di
10 Ottobre 2020, 10:55
Antonio Conte Inter Antonio Conte Inter
Condividi questo articolo

Conte lavora costantemente per migliorare la sua Inter. La squadra vista nelle prime partite ha una novità chiara: il ritorno dei cross.

IL RITORNO DEI CROSS – L’Inter in queste prime partite ha mostrato un cambiamento nei suoi schemi offensivi. C’è in particolare un dato che va sottolineato, una sorta di spia accesa sul cruscotto nerazzurro. Secondo la Lega Serie A gli uomini di Conte sono quelli che hanno prodotto più cross di tutti. Un dato che lo scorso anno, con lo stesso allenatore, non era a questo livello.

I NUMERI – Per la Lega Serie A l’Inter ha prodotto in totale 50 cross. La seconda squadra è l’Udinese con 41. I nerazzurri dominano la classifica sia nei cross giusti (24) sia, soprattutto, in quelli sbagliati (26). Secondo i dati di Whoscored nelle prime tre partite gli uomini di Conte hanno messo insieme 25 cross con la Fiorentina, 8 col Benevento e 30 con la Lazio. Da qualunque parte la si guardi, una mole notevole di passaggi recapitati in area dalle fasce laterali.

NUOVO ATTACCO – Il collegamento con le novità di rosa vien da sé. Perisic e Hakimi sono giocatori nettamente più offensivi dei loro predecessori, portati a puntare l’uomo, arrivare sul fondo e cercare i traversoni. I numeri lo confermano. Ma anche Conte ha fatto in modo di assecondare le loro caratteristiche, portando l’azione offensiva a cercare scambi lungo l’area avversaria, cercando spazi proprio lungo le corsie esterne. Producendo, quindi, cross. Possibilmente di quelli ghiotti, dalla linea di fondo. Ma al conto totale partecipano anche gli attaccanti (vedi Sanchez che si allarga) e i centrocampisti che rimettono palla dentro sia sugli inserimenti (Gagliardini) o che lo fanno dalla trequarti (Barella).

COME SPALLETTI – In casa Inter però l’abbondanza di cross si è già vista. Un ricordo tutto sommato fresco. Nella versione di Spalletti infatti la squadra ha più volte mostrato un ricorso quasi ossessivo ai cross. Una conseguenza del materiale tecnico: Candreva e, guarda caso, Perisic andavano sul fondo per rifornire Icardi in area e, almeno nelle idee del tecnico toscano, il trequartista a rimorchio. Non tutto è sempre andato a meraviglia, come si ricorderanno i tifosi.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE