Focus

L’Inter deve ringraziare Conte, ma anche lui ha avuto il suo tornaconto

Il rapporto tra l’Inter e Conte è stato fruttuoso per entrambe le parti. Anche il tecnico ha dei motivi per dire grazie.

GRAZIE A DOPPIO SENSO – Conte è arrivato all’Inter a maggio 2019 portando con sé ambizioni e aspettative. La società puntava su di lui per un rilancio in grande stile. Per fare quell’ultimo passo in avanti e puntare finalmente al massimo. Vincere come obiettivo, una cosa che in casa nerazzurra mancava da troppo tempo. Missione compiuta. Il tecnico ha confermato la sua fama, anzi ha messo dei nuovi tasselli al mosaico della sua carriera. Quindi, come ovvio che sia, l’Inter deve ringraziare Conte per il suo lavoro. Ma attenzione: vale anche il contrario e non va sottovalutato.

ROTTURA PROBLEMATICA – Conte è arrivato all’Inter in un momento particolare della sua carriera. Dopo un anno di stop a seguito della rottura col Chelsea. I Blues erano il suo primo club da vincente dopo l’epopea juventina. I primi passi erano stati ottimi, ma il fuoco si era spento presto. La stagione 2017-2018 aveva visto un netto calo dei risultati, e una netta rottura con l’ambiente. Con anche strascichi legali. Una situazione tale da far sorgere dubbi, sull’impatto di Conte su un club di alto livello e sulle sue capacità relazionali. Anche perché pure alla Juventus il suo addio era stato polemico e traumatico. L’Inter lo ha rilanciato, in tutto. In primis gli ha ridato la panchina di un club di blasone, con ambizione reale di vincere. Con la considerazione che merita un top allenatore. Una cosa non così scontata per lui solo due anni fa, che poteva finire nel tunnel dei club medi. Facendo magari un buon lavoro, ma senza il punto di arrivo più alto. Vi ricordate quale altro club ambiva ad averlo in panchina a quei tempi? Ve lo dico io: la Roma.

DI NUOVO AL TOP – Il salentino grazie all’Inter ha rimesso il suo nome sulla mappa. Molti meriti sono suoi, sia chiaro. Ma i due anni in nerazzurro hanno mostrato tutte le sue doti. Nel fare calcio, nel gestire uno spogliatoio e anche nel relazionarsi con la società. E nel vincere, un dettaglio che non va mai dimenticato. Oggi Conte è di nuovo al top della considerazione. E può ambire a panchine da top club assoluti. Per questo anche lui deve ringraziare l’Inter, che di fatto ha portato la sua carriera al massimo della traiettoria.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh