L’Empoli di Iachini sa come adattarsi, e Caputo è da Serie A

Articolo di
28 dicembre 2018, 09:20
Giuseppe Iachini

L’Empoli di Iachini è una squadra diversa rispetto a quella di Andreazzoli. Il 3-5-2 ha ottica difensiva e può contare su un ottimo Ciccio Caputo.

TATTICA – Iachini ha ridisegnato l’Empoli col 3-5-2 con cui lo scorso anno ha salvato il Sassuolo. La squadra sa giocare sia in orizzontale che in verticale a seconda dei momenti, cercando principalmente le ripartenze. Il modulo a tre aiuta sia a a coprire che a rifiatare con la circolazione bassa, nel dna della squadra grazie al lavoro di Andreazzoli (che ha seguito le orme di Giampaolo e Sarri). La difesa gioca sostanzialmente a cinque e tende a stare bassa con centrali ed esterni di centrocampo assieme a Bennacer.

STATISTICHE – L’Empoli viene da tre sconfitte consecutive in cui ha subito in totale 10 gol. Non proprio il miglior momento della stagione. Il riferimento offensivo è Caputo che dopo una carriera da bomber di categoria ha scoperto come si segna in Serie A: 9 gol in questo inizio di campionato. Nelle tre sconfitte la squadra ha corso poco, tra i 101 e i 103km. Molto meno della media dell’Inter.

DETTAGLI – La verticale della squadra è rappresentata da Silvestre, Bennacer e Caputo. Il primo, anche ex, ha realizzato 2 gol in stagione, il che lo rende il terzo migliore marcatore della squadra. Da tenere d’occhio Traoré: classe 2000, elemento box-to-box che collega centrocampo e attacco in grossa crescita.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE