Focus

Lautaro Martinez, il rinnovo misura le (vere) ambizioni dell’Inter e del Toro

Lautaro Martinez è pronto a legarsi ai colori nerazzurri, per il rinnovo manca ormai solo l’annuncio ufficiale (vedi articolo). La firma certifica la volontà dell’Inter di mantenere alta la competitività della squadra, nonostante un’estate difficile da questo punto di vista, e sottolinea il nuovo status dell’attaccante argentino.

Il futuro nerazzurro

FRONTE INTER – Il rinnovo di Lautaro Martinez con l’Inter non è una semplice firma su un pezzo di carta. Arriva al termine di tre mesi sui quali si potrebbe scrivere un libro. I tifosi nerazzurri, dopo la conquista dello scudetto, sono saliti sulle montagne russe e non sono più scesi. L’addio di Antonio Conte e le pesanti cessioni di Achraf Hakimi e Romelu Lukaku sono stati gli scossoni principali. Il grande lavoro di Giuseppe Marotta e Piero Ausilio ha permesso alla barca nerazzurra non solo di non affondare, ma anche di riprendere la rotta a vele spiegate. Nonostante le partenze eccellenti, nell’ambiente si respira positività e il clima è sereno. Merito sicuramente dell’atteggiamento di Simone Inzaghi e dei nuovi arrivati, che hanno restituito fiducia ai tifosi. C’è di più. Lautaro Martinez, attaccante in rampa di lancio dopo la vittoria della Copa America e corteggiatissimo dalle big europee, ha scelto di legarsi all’Inter. Questo significa che nei giocatori c’è la forte sensazione che a Milano si possa ancora giocare per vincere, non solo per partecipare. E questa, rispetto alle premesse di inizio giugno, è una svolta fondamentale, anche nell’affrontare gli altri nodi spinosi che si presenteranno, come può essere quello relativo al contratto di Marcelo Brozovic (vedi articolo). Lautaro Martinez può essere l’apripista del nuovo corso.

Il nuovo status dell’argentino

FRONTE TORO – Lautaro Martinez non è un giocatore che si avvicina all’ultimo grande contratto della carriera come nel caso di Lukaku. È un giocatore che ha davanti a sé ancora oltre un decennio di calcio ad altissimi livelli, con relativi grandi guadagni. Sulla scorta di tutto questo, la sua decisione legarsi all’Inter, nel contesto generale che sta attraversando il club nerazzurro, non è la scelta più facile del mondo, ma è un grande segnale anche per El Toro. Sarebbe infatti, per la prima volta nella sua carriera, la punta di diamante, il leader tecnico dell’attacco della squadra in cui gioca. Nel suo primo anno all’Inter viveva all’ombra di Mauro Icardi, partendo quasi sempre dalla panchina, fino alla vicenda che ha stravolto la storia dell’ex capitano nerazzurro. Nei successivi due anni il volto dell’Inter è stato Lukaku, un assoluto trascinatore. Tanto che era nata la leggenda che Lautaro Martinez rendesse solo grazie alle prestazioni del bomber belga. In Argentina, inutile dirlo, c’è un giocatore che oscurerebbe qualunque compagno di reparto: Lionel Messi. Quindi ora Lautaro Martinez ha, per la prima volta, la grandissima occasione di dimostrare tutto il suo valore. Può essere il protagonista del film di cui Inzaghi sta scrivendo la sceneggiatura. Il cast è di assoluto livello, ora c’è bisogno della stella.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button